Utente 483XXX
Buongiorno, in esito a cistoscopia, il mio urologo mi ha riscontrato una substenosi uretrale da lui definita assolutamente non grave.
Già in sede di cistoscopia mi ha detto di averla "trattata" con il semplice inserimento dell'apparecchiatura diagnostica, prescrivendomi un ulteriore trattamento di venti giorni con il Luan, due volte al giorno.
Ieri ho terminato la terapia prescritta, purtroppo senza risultati: infatti, la sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica, con conseguente aumento della frequenza dello stimolo alla minzione, è rimasta, così come lo sgocciolamento.
Allo stato attuale, chiedo due cose:
1) Dato che la terapia si è, purtroppo, rivelata insufficiente, quale altra soluzione c'è alla mia problematica?
2) Ho un doppio meato uretrale congenito, con quello a monte cieco: può essere questa la causa dei miei disturbi? Se si, quali possono essere i rimedi?
Grazie sin d'ora

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I suoi disturbi quasi certamente non sono legati alla substenosi, che comunque pare sia stata valicata agevolmente dallo strumento endoscopico, ma a un probabile altro problema ostruttivo a livello più interno (prostata e collo vescicale). Ovviamente a questo livello non possono aver effetto le auto-applicazioni di crema anestetica. Le diremmo di riparlarne con il suo urologo per valutare eventuali ulteriori possibilità di terapia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Intanto la ringrazio per la celere risposta.
Anch'io ho questo dubbio, ma, visto che in sede di esame cistoscopico il medico mi ha rassicurato sul fatto che la vescica non presentasse alcun problema, ritengo che anche altri possibili cause, quali quelle che mi ha indicato, siano state prese in considerazione.
Ad ogni buon conto, provvederò a riparlarne con il medico per comprendere se e quali soluzioni ulteriori adottare.
Sa dirmi qualcosa sul doppio meato?
Grazie nuovamente

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' una malformazione congenita incompleta, ma anche qui, se lo strumento endoscopico è transitato senza particolari ostacoli è difficile pensare che la causa del disturbo sia a questo livello.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Grazie nuovamente per il tempo che mi ha dedicato