Utente 494XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 20 anni e sono qui per chiederVi un consulto relativo ad una serie di problemi che mi sta affliggendo da ormai diversi mesi.
Sebbene io beva pochissimo (è una brutta abitudine) durante l'arco della giornata, ho lo stimolo di urinare ogni ogni ora, spesso e volentieri anche meno, e la quantità di urina si diversifica di volta in volta: posso farne moltissima oppure poca.
Mi succede soprattutto il pomeriggio e le prime ore della sera, fino alle 23:00 circa.
Di notte non mi alzo mai con l'urgenza di urinare.
Talvolta sento bruciore (penso all'uretra od alla prostata) dopo aver urinato (in quel caso ne faccio sempre poca) ed il conseguente stimolo di dover tornare in bagno.
Fino ad un paio di mesi fa sudavo moltissimo dal sedere, mentre ora questa situazione sembra essere sparita.
Difficilmente avverto bruciore durante la minzione o l'eiaculazione, ma voglio aggiungere che dopo aver defecato od aver praticato autoerotismo, ho stimoli di urinare ogni 20 min. circa per un paio di volte.
Esame delle urine più urinocoltura effettuati in Dicembre con esito completamente negativo (il mio medico di base me li prescrisse dopo che avevo trascorso un'ora della sera precedente ad urina abbondantemente ogni 5 minuti).

Tutta questa serie di sintomi è abbastanza invalidante per me, soprattutto all'alba dei 20 anni, dove queste problematiche non dovrebbero esistere.
So già che la soluzione migliore sarebbe una visita urologica, ma, secondo Voi, che cosa potrebbe essere?
Non fumo, non bevo alcolici, non faccio uso di sostanze e conduco uno stile di vita abbastanza sano considerata la mia età.

Grazie mille anticipatamente

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

pensare forse ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 494XXX

La ringrazio molto per la sua risposta

Distinti saluti