Utente 138XXX
Buonasera,
mi scuso se ultimamente approfitto un pò troppo del servizio splendido che offrite su questo sito ma ieri mio figlio di anni 15 e mezzo, già sessualmente attivo con la fidanzatina (eh già..) mi ha confidato, un pò preoccupato, che da una quindicina di giorni (prima era tutto regolare..) quando ha rapporti (che sembrano anche piuttosto frequenti..) non emette sperma...o ne emette solo poche gogge, pur avendo erezione normalissima e raggiungendo il piacere. Mi ha detto che nel momento clou è come se sentisse un pò di fastidio all'interno...dice anche che da quando gli è successo la prima volta vive con ansia il momento dell'eiaculazione...In aggiunta dico che in tempi non sospetti (mesi fa..) lamentava un senso di sensazione goccia di pipì che rimaneva all'interno, che è sviluppato da neanche due anni, che pratica calcio, pesa 65 chili per 174 cm di altezza. Ho già contattato il mio urologo che mi ha detto essere quasi sicuro che la cosa si risolverà, se invece dovesse protrarsi, di contattarlo per una visita, ma ho letto cose (da buona ansiosa..) che mi hanno alquanto preoccupato, vi pregherei di darmi qualche rassicurazione in merito.Vi auguro una buona serata e vi ringrazio della risposta che attendo fiduciosa.
Una mamma preoccupata

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Posto che ad un'età così giovane è molto difficile che si tratti di un serio problema, soprattutto in assenza di altri disturbi significativi, a distanza non è possibile esprimere un giudizio attendibile. Pertanto la valutazione diretta è comunque necessaria. Nella nostra esperienza ci viene comunque da dubitare - in modo molto realistico - che tutto quanto possa essere semplicemente dovuto alla eccessiva frequenza delle eiaculazioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Buonasera dott.Piana,
innanzitutto la ringrazio della risposta, capisco che a distanza non è possibile esprimere un parere. Da quello che ho capito, lei dice che la troppa frequenza delle eiaculazioni non possono essere la causa di un problema del genere, che ricordo essere insorto all'improvviso...Le ultime analisi di mio figlio, risalenti ad agosto dello scorso anno, sangue e urine erano perfette. Spero che tutto si risolva presto senza accertamenti, senza dubbio lo porterò dal mio urologo nel caso la problematica dovesse persistere...ma lei su cosa si orienterebbe? Grazie della disponibilità

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Affatto, noi pensiamo che la causa più verosimile possa proprio essere la frequenza eccessiva delle eiaculazioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 138XXX

Grazie dott.Piana!!
Mi auguro proprio che sia così!! Solo per ultimo le posto le analisi delle urine che ha effettuato sabato per il certificato medico sportivo:
Colore paglierino
Aspetto limpido
sedimento assente
Ph 6
Peso Specifico 1036
Proteine tracce
Glucosio assente
Corpi chetonici assenti
il resto tutto assente, tranne filamenti di muco presenti ++; Emazie 5 per campo e Leucociti 6 per campo.
Riscontra dei problemi in questi risultati? Infinitamente grazie e buona giornata!!!

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nulla di realmente significativo. Magari ripetere tra alcune settimane.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 138XXX

Grazie mille dottore, le auguro una felicissima estate!