Utente 505XXX
Buongiorno,sono un ragazzo di 24 anni e da 2 anni non riesco a capire cosa stia succedendo.A Settembre 2016(avevo 22 anni),una mattina improvvisa,inizio ad accusare bruciore alla fine della minzione(in quel periodo avevo esagerato un po' con la masturbazione e avevo dei mal di schiena tremendi dovuti a ernia l4-l5 e schisi l5-s1).Curo con Ciproxin e,successivamente,bactrim per prostatite(digitopressione dolorosissima alla visita).Per una settimana sto bene,successivamente compaiono i dolori di nuovo,con tanto di uretrite e balanopostite e leggera cicatrizzazione dell'uretra. Tutti gli esami,però risultano negativi,nessun batterio o lievito o clamidia (l'urologo ipotizza fortissima infiammazione abatterica).Il dolore alla minzione,da allora,non si è mai placato...cambio urologo,prendo tanti antibiotici,antidolorifici,supposte di tutti i tipi,faccio innumerevoli esami tutti negativi,senza avere il minimo miglioramento.Si aggiungono,nei mesi,dolore sordo al perineo,difficoltà a contrarre l'ano e a volte dolore all'eiaculazione. In pratica,signori miei,da settembre 2016,TUTTI I GIORNI,ho dolore alla minzione,con getto normale,senza aver avuto mai un periodo di quiete.Sembra assurdo,ma non c'è stato un giorno della mia vita,da settembre 2016,senza dolori alla minzione e senza dolore al perineo,che si è aggiunto in concomitanza.L'ultimo urologo,un luminare del settore,mi sottopone a cistoscopia, digitopressione(indolore) ed eco transrettale...Verdetto:nessuna flogosi prostatica o uretrale.La cosa strana è che con la prostata infiammata,a settembre 2016,quello che avevo era una sorta di bruciore...Nel tempo è diventato dolore al pene,che si manifesta al'inizio della minzione,in zone variabili,come inizio asta o uretra,con tendenza a scomparire verso la fine della minzione.Inoltre,quando sono seduto sul wc ho sollievo al perineo.Altra cosa assurda,i sintomi variano da minzione a minzione,anche in un'ora(Esempio:bevendo molta acqua,urino alle 16.00 e ho fastidio,urino alle 16.30 e non ho praticamente quasi nulla).Aggiungo che ogni volta che mi siedo e dopo poco mi alzo,nel momento che acquisto la posizione eretta mi arriva una scossa alla punta del pene dolorosa(sempre,sembra una cosa meccanica,come se cambiando posizione venisse schiacciato qualche nervo che poi restituisce la scossa).A questo punto,l'urologo ipotizza un dolore neuropatico.Sono in cura con neurontin 100 e pelvenil forte,una cp al giorno.Il dolore al perineo è quasi scomparso,non tanto il dolore alla minzione.Altra cosa strana,a volte non riesco ad individuare il muscolo che mi permette la minzione,ci metto 10-15 secondi per capire come iniziare ad urinare.Potrebbe essere nevralgia del pudendo,visto che ho un dolore sordo al perineo che al mattino è quasi assente e la sera mi logora e che,adesso che sto prendendo farmaci neuropatici,è quasi scomparso?Dovrei consultare un neurologo o neurochirurgo?Spero di essere stato chiaro...Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

vista la sua storia particolare e complessa, sicuramente una valutazione neurologica è indicata e consigliata.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Capisco.Secondo lei da cosa può dipendere questo problema,in mancanza di infiammazione?Secondo l'urologo,dal mio ultimo spermiogramma,una carica di 3-5 leucociti per campo e una carica di 3-5 eritrociti per campo nello sperma,non sono indice di infiammazione.Inoltre mi ha fatto la trans rettale e la visita con digitopressione che hanno confermato la mancanza di flogosi(prostata piccola e leggermente molliccia,nessun dolore alla vescica,nessuna perdita di liquido seminale dal pene,nessun dolore alla palpazione).Potremmo supporre un problema alla schiena che coinvolge l'apparato urinario,magari coinvolgendo qualche nervo?