Utente 346XXX
Buongiorno,
Chiedo gentile consulto per diagnosi eseguita su mio marito (26 anni) che dopo due giorni di dolore al testicolo dx si è recato in PS dove è stata eseguita ecografia scrotale che evidenziava come il suddetto organo fosse più voluminoso e con ecostruttura lievemente e disomogeneamente ipoecogena rispetto al controlaterale, epididimi nei limiti, non significative falde di idrocele. Paziente apiretico, trattato con antibiotici.

Chiedo cortesemente:
- La patologia ha riflessi negativi sulla fertilità? Non è stata accompagnata da parotite;
- Ignote sono le cause per la trasmissione, il partner (io) in contemporanea ha sviluppato tonsillite curata con pennicilline. Eseguito di recente tampone per Clamidia (negativi). Partner abituale. I sintomi possono essere estranei a MST?

Ringrazio e Porgo Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Parrebbe dunque trattarsi di una orchi-epididimite acuta, che opportunamente trattata si risolve in genere gradualmente nel giro di 2-3 settimane, senza lasciare reliquati che possano influire sulla fertilità (tenedo conto comunque che anche in questa fase c'è l'altro testicolo normale a funzionare). Per quanto riguarda le cause, è raramente possibile seguire una traccia evidente e quando questa esiste si correla quasi sempre a alla presenza di disturbi intestinali. Molto meno verosimile l'ipotesi di una trasmissione per via sessuale, di cui l'orchiepididimite potrebbe essere una complicazione, ma difficilmente la prima manifestazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 346XXX

Ringrazio molto per la celere ed esaustiva risposta.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Utente 346XXX

è possibile avere rapporti sessuali in questa situazione o è meglio astenersi?
Ringrazio in anticipo.

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non vi sono controindicazioni particolari.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing