Utente 507XXX
Buongiorno a tutti voi dottori. In data 27 maggio mi è stato rimosso uno stent ureterale che ho portato per 40 giorni per via di una malformazione congenita dell'uretere che andrà corretta in un secondo momento. Dopo la rimozione del 27 maggio con una cistoscopia( durata 50 minuti invece dei 5 che dicono che duri, perché l'operatore ha trovato qualche difficoltà nello sfilare lo stent con molte sofferenze da parte mia) i primi 2-3 giorni ho avuto i classici disturbi(ematuria bruciatore ecc.) Poi per 4-5 giorni ho avuto una completa remissione dei sintomi.. ieri sera però dal nulla ho avuto un blocco della minzione e dopo un po di tempo ho espulso dei coaguli insieme a dal sangue (coaguli veramente enormi tanto da bloccare il flusso dell'urina) molto preoccupato vado al pronto soccorso e mi dicono che dopo questa manovre può succedere e devo bere molta acqua e aspettare che il tutto si risani e metta a posto da solo.. io non sono molto tranquillo.. secondo voi posso condividere questa risposta oppure no? Non mi si sarà lesionata l'uretra? Ci tengo a precisare che non accuso nessuno dolore bruciore vario.. grazie a voi tutti

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se l'endoscopia per la rimozione dello stent è stata così difficile e prolungata come ci riferisce, è probabile che si sia creata qualche lesione, certamente superficiale, ma che può sanguinare non solo immediatamente, ma anche in un secondo tempo, se la "crosticina" interna si stacca toppo presto. A contatto con l'urina, questa è un'evenienza abbastanza frequente, che noi specialsiuti definiamo "ematuria secondaria da caduta d'èscara". Tutto sommato si tratta perlopiù di un evento benigno e che tende a risolversi spontaneamente in breve tempo e non ripetersi ulteriormente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Grazie dottore per la cortese risposta.. perché questo evento mi è capitato la sera stessa dopo la rimozione dello stent e può definirsi normale.. e poi come spiegato a distanza di 4-5 giorni dopo un apparente guarigione.. quindi è tutto normale e passerà con un po di tempo? Il resto appunto non accuso alcun dolore o bruciore.. anche lo sperma si presenta un po rosso sicuramente collegato all'evento.. è meglio evitare eiaculazioni al momento e lasciar guarire la zona?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non è indispensabile, vedrà che tutto andrà rapidamente a sistemarsi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Grazie ancora dottore .. in caso di altri episodi di sangue e coaguli quindi posso vivere la situazione in totale tranquillità visto che tenderà poi a sistemarsi?

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Molto probabilmente non succederà.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 507XXX

Ancora grazie per la pazienza e la disponibilità nello spiegare il mio problema..buon fine settimana Dott.Piana