Utente 553XXX
Buongiorno,
sono un uomo di 59 anni.

Da almeno 30 anni soffro di disturbi minzionali (urgenza a minzionare di giorno, nicturia in alcuni periodi, senso di infiammazione all'uretra).
Ovviamente ho fatto molti consulti, e ho curato una prostatite abatterica senza apprezzabili risultati, (inesistenti) calcoli renali e renella, vescica irritabile (qualche lieve miglioramento nel periodo di cura); i disturbi sono esacerbati da forte stress e... cambiamenti climatici.
La causa piu' correlata con i miei disturbi sembra una infezione ricorrente di ureaplasma urealyticum, con a volte ureaplasma parvum e micoplasma hominis; pertanto da almeno 15 anni tengo sotto controllo la presenza di questi agenti con esami e nel caso di presenza faccio cure antibiotiche (mediamente ogni 2-3 anni). Ho sempre rapporti sessuali protetti col profilattico, l'infezione rialza subito la testa non appena capita un rapporto orale.
La domanda e': esiste un modo per rinforzare il mio sistema immunitario in modo da "ostacolare" il ritorno ricorrente della infezione ? (Dieta / stili di vita / integratori / altro ?

Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quando sono presenti queste "problematiche urologiche possano essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

/) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi ancora che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 553XXX

La ringrazio molto.
Nessuna indicazione riguardo a integratori ?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sugli integratori, se lei ha una dieta bilanciata, non mi soffermerei molto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com