Citologico urine: carcinoma uroteliale alto grado

Gentile Dott. Piana e/o Egregi Dottori,
si richiama il consulto "Patologia vescicale T1G3, mancata prescrizione instillazioni vescicali" https: //www. medicitalia. it/consulti/urologia/801444-patologia-vescicale-t1g3-mancata-prescrizione-instillazioni-vescicali. html

Papà ha eseguito citologia urinaria con il seguente esito: i tre campioni di urina vengono miscelati ed allestiti in un unico preparato.
All'esame microscopico si evidenziano cellule uroteliali con caratteri di malignità.
Quadro citologico indicativo di carcinoma uroteliale, di alto grado (sec. The Paris System 2015).

Cosa significa?
E' una recidiva della patologia vescicale T1G3 oppure altro?

Cordialmente
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,6k 1,2k 15
La prima ipotesi è ovviamente quella di una recidiva della neoplasia, cosa che per un tumore di alto grado (anche se superficiale) è piuttosto frequente. Immaginiamo fosse già stato comunque programmato un controllo endoscopico, eventualmente da antcipare, considerando questo riscontro citologico.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Integrato della Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorin

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Piana,
ringrazio per il tempestivo ed esauriente riscontro.
La aggiornerò con la cistoscopia di Papà.

Cordialmente
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Piana e/o Egregi Dottori,
come da accordi, sono a comunicare l'esito della cistoscopia di Papà.

"Pregresso T1G3 (prima diagnosi di carcinoma uroteliale solido di alto grado G3) con tonaca muscolare non rappresentata, per cui veniva eseguito re-staging endoscopico risultato negativo (reazione granulomatosa chorion).
Terapia consigliata: integratori Cistidep e Coyal.
Recente citologia urinaria positiva per carcinoma ad alto grado.
Uretrocistoscopia: uretra anteriore pervia al passaggio dello strumento, salienza dei lobi prostatici, collo regolare. Vescica distensibile, a carico della parete posteriore area papillifera sub centimetrica + aree iperemiche meritevoli di biopsia. Si prenota per TURB + mapping da eseguire fra 60 giorni (due mesi)".

La Sua ipotesi Dott. Piana era corretta: recidiva di neoplasia vescicale.

Chiedo un Vostro parere riguardo i 60 giorni di attesa per effettuare TURB + mapping vescicale: passa troppo per la resezione del tumore vescicale in recidiva?
Conviene una rivalutazione dettagliata del caso / secondo parere urologico presso altro Ospedale con l'obiettivo di anticipare l'intervento TURB e mapping?

Cordialmente
[#4]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,6k 1,2k 15
Due mesi non possono fare la differenza, si tratta di un tempo d’attesa medio per questo tipo di interventi, in particolare da un anno a questa parte.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Integrato della Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorin

[#5]
dopo
Utente
Utente
Caro Dott. Piana,
ringrazio per la gentilezza e cortesia della risposta.

Cordialità

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa