Utente 114XXX
Gentili Dottori,
Vi scrivo per un problema che ho da quando ho iniziato la mia vita sessuale a 17 anni, il quale mi da veramente tanta noia e preoccupazione. In termini pratici, ho sicuramente un'eccesiva fuoriuscita di liquido pre-eiaculatorio, cosi eccessiva da bagnare quasi totalmente mutande e a volte anche pantaloni! Questo inizia a verificarsi anche solo con baci e carezze. Questo fenomeno si ripercuote anche sull'erezione e sulla mia capacità di prolungare il coito vaginale. Se produco quel liquido per troppo tempo avere un erezione spontanea senza "l'aiuto" della partner diventa dura e quando arriva spesso ho un eiaculazione precoce. Sono consapevole del fatto che una parte della causa di questo sintomo è psicologico poichè quando sono solo questo problema non si verifica mai. Inoltre, a volte con l'abitudine questo problema si è verificato in maniera più latente ma non è mai scomparso del tutto. Circa un anno fa ho trovato il coraggio di andare da un urologo, ma mi ha subito detto che era normalissimo per la mia età e che con il tempo sarebbe scomparso. In effetti mi aveva tranquilizzato, ma da allora, nonostante abbia una vita sessuale abbastanza attiva, questo sintomo decisamente non si è ridotto neanche un pò e non riesco ad abituarmici. Vorrei capire la causa di tanta abbondanza e sapere se esiste un modo per diminuirne la fuoriuscita.
Mi affido alla vostre conoscenze in materia.

[#1] dopo  
Caro signore,
il liquido preeiaculatorio esce per una iperattività delle ghiandole sessuali: prostatata ghiandole uretrali. E' frequente nei soggetti emotivi e può aumentare (raramente) in corso di infiammazione prostaica/utretrale. Ricxonsulti il collega in tal sesno.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 114XXX

La ringrazio per la sua risposta quasi immediata. In effetti forse potrei definirmi "emotivo", anche se non ne conosco il significato in medicina. Non credo di aver mai avuto alcuna infiammazione, anzi mi sento abbastanza in forma. Contatterò sicuramente un urologo, ma dato che preferisco andarci molto informato vorrei per adesso sapere se esiste una terapia o un trattamento in grado di aiutarmi.

[#3] dopo  
caro signore,
si può dire "emotivo", "ansioso" ecc... Vale a dire poersona molto sensibile ai moti dell' animo. Se esiste infiammazione terapia medica esiste, se invece quel liquido così abbondante è di oruigine ansiosa, farmaci non ne esistono sicuramente. Penso possa essere possibile un trattamento psicoterapico. Eventualmente giri questa domanda alla fine del suo iter diagnostico qalla nostra sezione di psicologia.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org