Calcolo incastrato nella parte terminale del pene a circa 1cm

Buongiorno Dottore/dottoressa,
Vi contatto con una certa urgenza in quanto
mi trovo a Malta per lavoro e vorrei evitare di usare i servizi sanitari locali.


Circa 18h fa (il 28-04 alle 1500) ho quasi espulso un calcolo.
Purtroppo si è bloccato/incastrato nella parte finale del pene a circa 1cm dal "foro d'uscita".

Non ho avuto fortunatamente dolori "lungo il percorso" dal rene (credo venga da lì) alla uretra, ma ovviamente i dolori ci sono ora ma solo quando faccio la pipì o premo sul glande.

Il getto è molto ridotto e ho la sensazione di blocco proprio all'ultima parte, bruciore e ho notato anche qualche gocciolina di sangue.

Alla palpazione (con dolore) si sente chiaramente un "oggetto" (calcolo sicuramente) abbastanza tondeggiante/ovale e stimo sia di circa 10/15mm situato a poco meno di 1cm dall'uscita.


Mi è già successo un evento identico circa 22anni fa' e il calcolo è stato estratto al pronto soccorso (quello era decisamente più grosso, circa come un nocciolo d'oliva).
Sinceramente, vorrei evitare di ripetere l'esperienza!

Non vorrei usare il Pronto soccorso di Malta, il paese non mi sembra "molto igienico".

Mi chiedevo se avesse dei consigli oltre al bere molto.
Ci sono forse dei farmaci che aiutano o facilitano l'espulsione che possa acquistare senza ricetta (magari all'estero si è più liberi sotto questo punto di vista)?


La ringrazio anticipatamente per i consigli che riuscirà a darmi
Cordiali saluti
Fabio
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.8k 1.7k 19
Non vi sono soluzioni palliative praticabili, si tratta di una situazione non drammatica, ma da risolvere comunque appena possibile. O riesce a tornare in Italia entro poche ore, approfittando che bene o male riesce ancora ad urinare, oppure si rivolge ad un Pronto Soccorso locale.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Piana,
La ringrazio molto per la pronta risposta.

Purtroppo non riesco a rientrare in Italia fino al 8 maggio.
Il flusso di urina è ridotto ma non bloccato. Oggi proprio non riesco ad andare al PS, visto che il flusso di urina è sicuramente ridotto ma ancora più che sufficiente per svuotare la vescica, andrò domani al ps se non riesco ad espellerlo nel frattempo.


La terrò aggiornata qui sul blog dell'epilogo della situazione.
[#3]
Utente
Utente
Gentilissimo Dr. Piana,
Le confermo che il calcolo incastrato è stato rimosso al pronto soccorso. Era incastrato a circa 5mm dall'uscita ed ha una lunghezza di circa 1cm.
Pensa che sia il caso di farlo analizzare una volta rientrato in Italia?

Tra le altre cose, mi devo ricredere sulle strutture sanitarie di Malta. Mi sono sembrate migliori di molti pronto soccorso che ho avuto la sfortunata di visitare da noi.
[#4]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.8k 1.7k 19
Se non sono mai stati analizzati altri calcoli rimosi od espulsi, è oppportuno farlo ora, anche se solo per documentazione.
Della bontà delle strutture sanitari maltesi non avevamo alcun dubbio, talora la qualità non scende con la latitudine.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

Cure palliative

Cosa sono le cure palliative? Una raccolta di video-pillole sui farmaci palliativi e la cura del dolore nei malati terminali.

Leggi tutto