Ematuria urine

Partecipa al sondaggio
Salve,
ho 25 anni, e sono attualmente in cura con betabloccante Cardicor da 2.5 in seguito a studio elettrofisiologico con esito negativo.

Il problema che vorrei esporvi è il seguente:
Giovedi 20/04/2023 ho avuto ematuria evidente nelle urine per circa 6 ore, ho tempestivamente effettuato il giorno seguente un esame delle urine (sangue presente ed emazie 40/50 x c.
v.) e urinocoltura con esito negativo.

Effettuata successivamente dopo 2 giorni ecografia addome completo con il seguente esito:
Reni, studiati a vescica vuota, in sede con regolare diametro bipolare; una formazione millimetrica caliceale media a sn senza idrocalice associato.
non versamento endoaddominale
Pelvi, esame eseguito per via sovrapiubica; vescica distesa, esente da lesioni parietali organiche intrinseche ed estrinseche.
Nella norma la prostata in accordo con l'età del paziente.

Milza, fegato e pancreas nella norma, colecisti distesa.

A distanza di giorni ho avuto due coliche a livello renale e pubico, la prima piu leggera di breve durata, la seconda più intensa durata circa 2 ore, attenuata da tachipirina.

Il giorno 1/05/2023 ematuria di nuovo evidente cessata al mattino seguente.

Non ho bruciore quando urino, getto normale, sensazione di perdita di qualche goccia dopo aver urinato che mi sembra di aver sempre avuto.

Un altro sintomo che ho riscontrato saltuariamente, è un'eiaculazione un pò dolorosa esclusavimente se avvenuta dopo diversi giorni di astinenza (assente se eiaculazione frequente)
In attesa di un vostro riscontro vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 39.8k 1.8k 19
L'associazione, anche se non esattamente contemporanea, tra ematuria e presumibili coliche renali, fa ovviamente pensare in primo luogo alla presenza di un calcolo in transito tra rene e vescica, che come quasi sempre accade l'ecografia non è in grado di rilevare. L'accertamento dirimente in questi casi è una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto, d'ogni modo le indicazioni dipendono anche dall'andamento dei disturbi e devono essere senz'altro giudicate da un nostro Collega specialista in urologia.. Se non vi fosse più alcun disturbo per almeno un paio di settimane, sarebbe comunque il caso di non dimenticare, ma ripetere comunque una ecografia.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto