Dolori lombari e addominali quotidiani, calcolo renale e ciste biliare sono causa?

Partecipa al sondaggio
Buongiorno Dottori, a dicembre 2022 sono stata portata in ps per fortissimi dolori lombari sul lato destro, preceduti nelle settimane prima da dolori alla schiena e urine scurissime.
Da eco addome è risultata la presenza di un calcolo ureterale di 7 mm a 15 mm dallo sbocco in vescica, e di un calcolo pielico di circa 20 mm, successivamente confermati da TAC.
Sono inoltre stati riscontrati una cisti biliare semplice di 8 mm a S7 e focale dilatazione dell'arteria splenica all'ilo (7 mm).

Ad oggi, quasi quotidianamente e in particolare se faccio passeggiate o sforzi, ho dolore sordo alla parte lombare destra che si estende all'addome, e urine spesso di colore molto scuro.
Tutto questo mi causa stanchezza cronica, accompagnata da nausea e sporadica mancanza di appetito.
Inoltre mi capita spesso di avvertire dolori addominali se, per esempio, mio figlio mi schiaccia quando giocando si arrampica sulla mia pancia.
Non ho problemi a urinare né ho avuto infezioni.

Aggiungo che ho partorito naturalmente 1 anno fa e non ho avuto problemi di prolasso o di debolezza al pavimento pelvico, ma è stato un parto indotto molto lungo e mi hanno praticato la manovra di Kristeller.


Vi chiedo cortesemente cosa pensate del quadro complessivo e se pensate sia da approfondire il quadro addominale.

Inoltre: ritenete che questi dolori descritti siano causati dal calcolo o di altra natura?

Per quanto riguarda il calcolo più grande che si trova nel bacinetto renale dx (litiasi di 13x6 mm HU1000 che condiziona dilatazione del bacinetto e del tratto sotto giuntale dell'uretere con diam 1 cm), sono in lista d'attesa per l'intervento di rimozione.
Nel frattempo, potrebbe "frammentarsi" e causare altre coliche?

Al momento non sto seguendo nessuna terapia, solo inizialmente mi è stato prescritto deltacortene 5 mg, tamsulosina e ketorolac.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 39.8k 1.8k 19
I suoi disturbi sono certamente dovuti alla presenza dei calcoli. La situazione è abbastana complessa e ci spiace che dopo 5 mesi non sia stata ancora risolta, perché nel frattempo il rene è certamente in sofferenza, anche se vi sono solo dolori diffusi e non coliche. Auspichiamo quindi che questa attesa non si prolunghi ancora a lungo. In caso di ulteriore peggioramento o comparsa di febbre le raccomandiamo di recarsi in pronto soccorso, poiché la situazione potrebbe meritare di una soluzione davvero urgente.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno Dottore, la ringrazio tantissimo per la rapidissima risposta. I miei sospetti sono quindi fondati. Purtroppo negli ospedali pubblici, come lei saprà meglio di me, la situazione delle liste d'attesa è disperata. Sinceramente, vista anche la sua risposta, forse devo muovermi per consultare un'altra struttura o altro specialista, o valutare un intervento in solvenza in una clinica privata.
Secondo lei è il caso mi muova in questo senso?
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 39.8k 1.8k 19
Certamente sì. Inoltre dopo 5 mesi la situazione deve essere certamente aggiornata dal punto di vista diagnostico, poiché i calcoli potrebbero essersi spostati.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#4]
Utente
Utente
Buonasera Dottore, ho fatto degli esami di sangue e urine come check up che svolgo annualmente. Nelle urine ci sono dei valori molto sballati du albumina, emoglobina, emazie e leucociti. Devo fare qualcosa? Dall'ospedale mi hanno detto che il mio intervento dovrebbe essere a giugno, compatibilmente con la disponibilità delle sale operatorie.

ESAME FISICO
Aspetto Opalescente
Colore Paglierino
pH 6,0
Densità relativa (Peso Specifico) 1,015

ESAME CHIMICO
Glucosio 0 mg/dL
Albumina 30,0 mg/dL
Emoglobina 0,75 mg/dL
Corpi chetonici 0,0 mg/dL
Bilirubina 0,0 mg/dL
Urobilinogeno 0,2 mg/dL
Nitriti Assenti
Esterasi leucocitaria +

ANALISI DEL SEDIMENTO URINARIO
Emazie 869 / L
Leucociti 128 / L
Cellule epiteliali squamose 4 / L
[#5]
Dr. Paolo Piana Urologo 39.8k 1.8k 19
Le alterazioni sono facilmente correlabili alla presenza dei calcoli.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it