Utente 131XXX
A seguito della decisione di sottopormi a stimolazione ovarica, la mia ginecologa mi ha consigliato di far eseguire a mio marito uno spermiogramma per valutare la qualità del suo sperma prima di procedere con la stimolazione. I risultati di due spermiogrammi effettuati a distanza di un mese uno dall'altro non sono stati incoraggianti e la ginecologa ci ha parlato di icsi. Abbiamo già prenotato una visita da un andrologo, ma nel frattempo mi piacerebbe avere un parere in merito ai risultati dell'ultimo spermiogramma per tranquillizzare mio marito.
Di seguito il referto dell'esame

volume: 3 ml
PH: 8
numero spermatozoi per eiaculato: 30 milioni
numero spermatozoi per ml: 10 milioni
cellule rotonde per ml: 600.000

colore: giallognolo
viscosità: normale
coagulo: presente
liquefazione: 20 minuti
emazie: assenti
leucociti: rari
batteri: rari
cellule epiteliali: rare
trichomonas: assente

motilità dopo 60 minuti
tipo a: 0%
tipo b: 22%
in situ: 5%

motilità dopo 120 minuti
tipo a: 0%
tipo b: 18%
in situ: 6%

forme normali: 1%
forme abnormi: 99%
anomalie testa: 83%
anomalie tratto medio: 10%
anomalie coda: 6%

DISCRETA OLIGOSPERMIA, DISCRETA ASTENOSPERMIA, MARCATA TERATOSPERMIA


Questi valori possono essere causati da qualche particolare patologia?

Ringrazio anticipatamente per le risposte che vorrete fornirci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
chiedo scusa, ma sarebbe il caso di rimandare la stimolazione ovarica fino a che non si sarà fatta chiarezza su quanto può aver provocato quella alterazione di concentrazione, morfologia e motilità di cui il marito è affetto. Le cause sono circa 12 e possono essere sovrapposte. Pertqanto è necessario ripetere l' esame, che fluttua e rivolgersi ad esperto andrologo.
La necessità di fare assoluta chiarezza deriva dai seguenti dati:
1) Lei postta una età di 28 anni, non so nulla delle sue condizoni ginecologiche, ma vista la sua giovane età si potrebbe tentatere di ottenere una gravidanza naturale.
2) Anche se fosse necessario ricorrere alla fecondazione assistita questa viene meglio con sperma buono, piuttosto che alterato.
3) la legge 40/2004 dello stao italiano impone la fecondazione assitita come ultimo step, quando precedemti terapia hanno fallito induuzione di gravidanza.
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Cavallini
la ringrazio per la pronta risposta.
La sua risposta è chiara e come accennavo nel mio primo messaggio la visita presso un collega è già stata prenotata. Volevo solo avere una rassicurazione sul fatto che possa essere diagnosticata e quindi curata la causa di queste alterazioni.
Per darle un quadro più ampio: io ho 28 anni e mio marito 30. La stimolazioone era stata proposta perchè ho iniziato a motirorare l'ovulazione da circa un anno, prima solo con temperatura basale e stick ovulatori e negli ultimi 3 mesi con monitoraggi ecografici e in un intero anno ho ovulato una sola volta stando a stick e temperatura, mai nei 3 mesi di monitoraggio ecografico. A seguito di diversi accertamenti, la ginecologa ha ritenuto opportuno procedere con la stimolazione ma non prima di aver verificato lo stato di salute di mio marito. Non appena avuti gli esiti dello spermiogramma ha subito consigliato di rivolgerci ad un andrologo specialista in fertilità e ha immediatamente deciso di non sottopormi a stimolazione.
I due spermiogrammi eseguiti finora non si discostano molto uno dall'altro, sebbene eseguiti in due diversi laboratori.
Quello di cui ho riportato i valori è stato eseguito presso il centro in cui opera l'andrologo che visiterà mio marito tra un paio di settimane.

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
chiedo scusa della pedanteria dimostrata nel mio post, ma è un po di tempo che bazzico questo sito e per esperienza non posso esimermi dal raccomandare una visita da collega in questi casi, ad onta di essere pedante.
Tutte le cause di alterazione spermatica possono essre curate, nel senso di migliorare lo spermiogramma, ma per ragioni lunghe a spiegare nessuna terapia può funzionare nel 100% drei casi, ma solo nel 70-80% dei cawsi circa. Inoltre un andrologo deve diagnosticare correttamente la causa. Ripeto deve.
[#4] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio di nuovo per la cortese risposta e le auguro una buona serata
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.