Utente 135XXX
25 giorni fa ho avuto un rapporto non protetto, l'unico della mia vita non protetto, con contatto di sperma, con un uomo che so essere un donnaiolo.
Una follia dettata dall'amore, sulla quale non ho riflettuto fino a 4 giorni fa, in cui ho avuto un dolore diffuso muscolare, non forte ma presente, non dettato da sforzi muscolari probabilmente con qualche linea di febbre. Qualche giorno prima avevo avuto per un paio di giorni un forte prurito vaginale (mai avuto).
Da lì ho iniziato ad avere paura, a leggermi i possibili primi sintomi, e ora ho una piccola afta in bocca (cosa che ogni tanto ho nei periodi di stress), la tonsilla destra gonfia, un linfonodo forse un pò gonfio sotto la tonsilla e qualche linea di febbre (max 37,2 gradi), lieve dolore muscolare. Non ho praticamente nè tosse (qualche colpo di tosse al massimo) nè raffreddore.
In più sono nel periodo premestruale e come abitualmente ho il seno gonfio e un pò dolorante (ma in questo periodo è per me normale).
Per me è anomalo avere dolori muscolari o gola gonfia senza poi sfociare in un raffreddore.
Sono terrorizzata, mi analizzo ogni giorno nel panico di HIV. Sono anche un pò ipocondriaca e ora non vivo più.
Vorrei fare il test HIV AB-p24- PCR qualitativo, è possibile dia un falso esito positivo?
Vi ringrazio per la vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

escluderei che i suoi sintomi siano in qualche modo legato all'HIV, perché questo virus, nei primi tempi, per molti mesi e a volte anche per anni, dà una infezione asintomatica.

Come per qualsiasi test sierologico, anche quello dell'HIV può dare, in una piccola percentuale di casi, dei falsi positivi.
Tuttavia, non bisogna temere per i falsi positivi, che portano la persona ad allertarsi e a ripetere l'esame.

Nel caso di un rapporto sessuale non protetto, il test va fatto dopo 30-40 giorni e, se negativo, ripetuto dopo 90-100 giorni; vi è infatti il cosiddetto periodo-finestra, ovvero un periodo in cui il virus, anche se presente, può non essere identificato dal test.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dott. Corcelli,
attualmente persiste il mio dolore muscolare (probabilmente legato al mio stato psicologico) e le tonsille e i linfonodi sotto la gola si sono ingrossati portando anche la tosse.
Sono estremamente preoccupata, per questo farò a 30 giorni il test, almeno nella speranza di calmarmi.
La ringrazio per la sua consulenza.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
mi tenga pure al corrente, se lo desidera.
[#4] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,

ho fatto il test di ricerca combinata Ag-P24 e Ab anti-HIV 1/2 risultato negativo a 30 giorni. Psicologicamente sto meglio e quindi sento molto meno anche alcuni dolori legati probabilmente ad una banale infezione virale o batterica.
Devo comunque fare lo stesso test dopo 3 mesi?
Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sì, ma solo per cautela,
il primo test dà una sicurezza del 97%
[#6] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,

approfitto della sua gentilezza per chiederle un'altra informazione. Il test di ricerca combinata Ag-P24 e Ab anti-HIV 1/2 è significativo anche a 60 giorni o il periodo finestra va dai 40 giorni ai 100 giorni?
E' solo per capire come funziona, in realtà ora sono tranquilla e lo farò a 100 giorni.
grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Il test combinato a 30-40 giorni e a maggior ragione a 60 giorni dà una sicurezza vicina al 100% (circa 97%);

il test ai 90-100 giorni colma questa piccola differenza.