Utente 127XXX
Buongiorno!
Sono una ragazza di 27 anni ed ho sempre avuto un problema di ovaio micropolicistico, senza tuttavia particolari effetti, a parte un ciclo irregolare, qualche brufoletto sporadico e qualche pelo di troppo, motivo per cui non ho mai preso alcun provvedimento di tipo farmacologico.
A settembre pero' ho cominciato ad avere problemi di acne molto accentuata, cosi' dopo aver effettuato un'ecografia endovaginale , la mia ginecologa mi ha prescritto la pillola anticoncezionale (yasmine)senza pero'richiedermi leanalisi del sangue , inoltre ho seguito una cura dermatologica a base di antibiotico orale(tetralysal per un mese) associato ad acido glicolico Dermo Peel e di Zindaclin da applicare sulle pulsole la sera. Tuttavia, oltre a non aver ottenuto alcun risultato(le infiammazioni si attenuano, ma ricompaiono nuove pulsole al ciclo successivo,soprattutto intorno a metà blister), da circa 1 mese ho riscontrato una fortissima perdita di capelli:i capelli sono diventati sottilissimi, secchi,si spezzano e cadono, sia dalla radice che non!La mia capigliatura,prima folta e lunga, si è adesso dimezzata sia in lunghezza che in quantità,e la cosa mi stà provocando una forte reazione emotiva,dal momento che sono sempre ansiosa e non ho piu' voglia di stare in mezzo alla gente! Per il momento sto' assumendo degli integratori di Cistasi associati a una lozione nutritiva per capelli. Esiste una correlazione fra i 2 problemi?la cura acneica puo' aver influito sulla caduta dei capelli? Volendo affrontare il problema in modo piu' completo possibile, vorrei quindi sapere se e' necessario rivolgermi a un endocrinologo o a un dermatologo, quali tipi di analisi effettuare prima di recarmi dallo specialista in modo da avere gia' una base da cui partire e se e' il caso di eseguire dei dosaggi ormonali pur sotto effetto della pillola da 3 mesi.
Confido in un vostro parere e vi ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

è possibile avere una correlazione fra i due fenomeni, ma di sicuro il controllo dermatologico deve essere impostato per iniziare una terapia efficace per ambo i problemi, ad oggi possibile.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
la ringrazio per avermi risposto, volevo chiederle se gentilmente potrebbe suggerirmi a quali tipi di analisi del sangue devo sottopormi prima di recarmi da un dermatologo, in modo da presentargli già una valida documentazione che possa dagli delle indicazioni circa la mia situazione. Inoltre devo consultare un tricologo o va bene un dermatologo?
La ringrazio di cuore e colgo l'occasione per augurare un felice Natale a tutti i medici che supportano (o sopportano!) il nostro bisogno di conoscenza!
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il TRICOLOGO NON ESISTE:

TRICOLOGO E' SOLO E SOLTANTO IL DERMATOLOGO !

Mi permetta il maiuscoletto per sottolineare un concetto che deve passare assolutamente a tutti: denunciate agli ordini dei medici chi si spaccia per tricologo non essendo medico ! (ricordo che l'ordine dei medici è un ente ausiliario dello Stato a servizio e tutela del CITTADINO)

Per il resto vada tranquilla senza analisi: sarà il dermatologo a segnare quelle necessarie dopo averla visitata.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma