Utente 142XXX
Sono un studente di medicina 4o anno, 22 anni, soffro da circa 4 mesi di un senso difficilmente descrivibile di calo dell'umore, sbandamento, "stare in barca" (come se beccheggiassi a dx-sx, avanti-indietro, senza regolarità), che si può manifestare anche con sensazione di debolezza (parlo di sensazione perchè in effetti non sono più sensibile che in passato a sforzi e affaticamento) palpitazioni, polso pronunciato e facilmente palpabile associate a pressione rialzata (140/150-90 solitamente quando misuro la pressione durante i momenti di maggior gravità del disturbo..se invece la misuro in momenti di relativo benesere, anche 130-135-80).
ultimamente come uno spasmo del collo verso destra improvviso e poco controllabile, spasmi agli arti inferiori (come se i miei riflessi alle gambe fossero facilitati, spesso da seduto, e fascicolazioni poco intense dei quadicipiti e dei muscoli della gamba).
vi illustro il quadro clinico totale :D ...soffro spesso di aftosi orale e faringea (lesioni fino a un cm, a grappoli su labbra e gengive, spesso post-scottature dei pasti o traumi, tipo morsi, inflitti nella masticazione.), forte dermatite seborroica al cuoio capelluto, sopracciglia, naso disturbi intestinali a tipo colon irritabile (meteorismo pronunciato, dolori a metà pomeriggio, ripienezza, irregolarità dell'alvo con diarrea anche per settimane).
un altro disturbo "maggiore" è la febbricola, che spesso rilevo intorno al 37.4 anche in assenza di altri sintomi chiaramente infettivi (cioè indipendenti da raffreddori, influenze..).
su questo aspetto mi dilungo un attimo: il mio primo anno di università ho avuto spesso, circa una volta ogni mese e mezzo, episodi di tonsillite purulenta con ricovero fino a una settimana (placche evidenti, febbre alta dino a 41, faringite concomitante) i tamponi faringei del periodo non evidenziavano altro che semplici colonie residenti di staph aureus, negativo epstein barr e cmv. inoltre nel medesimo periodo, la temp era costantemente rialzata, fino a raggiungere talvolta i 38.3-38.4 serotini...con continua faringite associata, arrosamento del volto, sensazione alternata di caldo e freddo (da febbre ipotizzo)
dopo un anno circa di remissione dei sintomi con relativo benessere, la febbricola è tornata da settembre (almeno credo. ho interrotto la misurazione della temp per n po, per poi riprenderla quando ho avvertito i disturbi attuali.)
ho eseguito ora esami del sangue (glicemia, azotemia creatin...conta e formula leucocit..ves..got..gpt insomma questi: solo lieve eosinofilia e 65 gpt i valori alterati), ecg in visita cardiologica (regolare), esame neurologico e ORL...i quali mi hanno solo diagnosticato una sindrome da stress e "somatizzazione". questa è la mia situazione...
in effetti è vero che sono ansiono come carattere (esami, ragazza, distanza da casa..), ma non riesco a convincermi di esser solo stressato.
e i disturbi (e soprattutto il non conoscerne la causa!) mi stanno logorando...
grazie dell'ascolt
[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile futuro Collega, alcune voci sintomatiche da te riferite non sono in alcun modo correlabili tra loro, altre invece si. Sono d'accordo con te che prima di dire che sei solo stressato [e qualche motivo per esserlo l'hai sicuramente e se ancora non sei arrivato all'Anatomia Patologica, ne avrai da aggiungere ;-)] bisogna escludere qualsiasi richiamo organico.
Ti sarai già reso conto che l'esercizio della medicina è soprattutto contatto, lo è quando in giro per la corsia ci si sofferma al letto del paziente, lo è quando seduti dietro la scrivania del nostro studio si osservano anche i messaggi non verbali di chi ci sta chiedendo aiuto, e così via. Medicitalia è un presidio importante, serve ad orientare, consigliare, suggerire, ma soffre di un limite che non è sua colpa... fa parte del virtuale, quindi manca il contatto.
I tuoi disturbi non devono crearti angoscia, ma neanche devono essere sottovalutati; pertanto il consiglio che ti do è quello di farti visitare da un Internista, vedrai che ne uscirai ritemprato, non fosse altro che saprai di che si tratta.
Dacci ancora notizie.
A presto
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
il fatto che sono stato già ricoverato in medicina interna per febbre FUO. ma a parte lieve aumento di ves, urea e gpt, non mi stato riscontrato nulla. la temperatura è molto altalenante...tutti i markers infettivi e cea assenti.
l'otorino ha eseguito potenziali evocati, prove pratiche funzionalità vestibolare (evocazione nistagmo, facendomi rapidamente appoggiare su un lato...etc) negativo pure questo.
il neurologo ha solo effettuato i riflessi comuni senza alterazioni di nota..nè effettivo barcollamento o instabilità equilibrio. mi era stata consigliata per routine una tac encefalo, che poi il radiologo mi ha sconsigliato in quanto non vi erano estremi per eseguirla. ormoni tiroidei nella norma.
avevano "quasi" suggerito un esame angio/rm con mezzo di contrasto per eventuali compressioni (ho una lieve alterazione curva cervicale, e lieve sublussazione-artrosi condilo mandibola dx). poi non eseguta cmq perchè il medico stesso ha deciso che i miei sintomi n erano collegabili.
quindi in ultima istanza i miei disturbi non si sono risolti, nè mi è stato diagnosticato nulla o consigliato qlcs per alleviarli. perciò chiedevo qui. non saprei neppure a chi rivolgermi. un reumatologo per eventuale autoimmune(febbre afte, dermatite - ho anche una vaga allergia alla polvere, costantemente presente)?
un endocrinologo? (cmq non ho effettuato altri dosaggi oltre T3-4) mancano solo loro ormai :D
ciò he mi porta a non ttribuirlo allo stress è il fatot che i dsturbi nn siano in alcun modo collegati al mio stato d0'animo o periodo dell'anno (non si alleviano -peggiorano se sono stanco o altro)
ciò non spiega la pressione un po' rialzata...l'ecg sempre normale..non so...:D
[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non mi è chiaro se F.U.O. è la diagnosi di dimissione o quella pe la quale è stato chiesto un ricovero; tuttavia epidemiologicamente le Febbri di Origine Sconosciuta sono per il 5-20% riconducibili a problematiche reumatologiche, quindi considerando che gli Internisti ti hanno già visitato e non sono arrivati a nulla, l'idea di consultare un Reumtologo è del tutto condivisibile.
Contattalo e facci sapere.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
FUO in ricovero e anche in dimissioni...perchè nessun esame ha fornito dati indicativi di qlcs.
a parte una possibile tonsillite criptica recidivante probabilmente virale-batterica...(a partire spesso da episodi acuti di raffreddore, con costante complicazione batterica a distanza di giorni - una volta il tampone ha rilevato strepto non beta, un altra staph.aureus VRSA - curato con claritromicina 10gg).
cmq, al momento la temperatura supera raramente, e solo la sera, i 37-37.2.
raccontavo l'episodio come storia clinica..
per ora rimangono la pressione tendenzialmente alta (la media è 135/80...la minima ogni tanto più bassa..anche 135-70), questa sensazione di sbandamento/instabilità senza debolezza o nausea, per ora oggettività e esami clinici non indicativi di nulla...e i dettagli descritti n precedenza (dermatite, afte)
in ogni caso contatterò il reumatologo (materia che sto studiando al momento :),



[#5] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Bene, se vuoi continua a dare notizie.
In bocca al lupo.
[#6] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
mi son fatto visitare da un endocrinologo...
dice che a suo avviso di endocrino non c'è nulla di eclatante perchè la pressione non è collegabile a iperaldosteronismo per le analisi normali, nè a feocromocitoma per i valori cmq troppo bassi..
dic e che è possbile che il quadro sintomatico di sbandamento sia collegabile alla pressione più elevata di quella che avevo in passato, legato al cambio di stile di vita, all'aumento di peso per vita sedentaria nell'ultimo periodo, per aver abbandonato attività fisica.
gli altri sintomi indicati sopra, e pure quelli ora ribaditi, cmq possono esser accentuati da stress e inattività.
eppure, il mio senso di sbandamento, di disequilibrio è a momenti decisamente fastidioso e ben percepito. volevo il vostro parere...

[#7] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Ho riletto nuovamente tutta la storia clinica, visto che è piuttosto lunga e ricca di particolari ("effetto collaterale" dato dal fatto che sei un futuro Collega!); mi sembra che tutto riconduca sempre ad una condizione dettata dallo stress. Questo è il parere dell'endocrinologo, dell'otorino, del neurologo e anche del cardologo... mi sembra molto più di una coincidenza. Eppure, qualcosa in questa diagnosi non ti convince, si percepisce, nonostante anche gli esami bioumorali e strumentali, vadano anch'esse nella medesima direzione.
Pensi che non sia possibile imputare tutto allo stress?
Prova a cercare la risposta dentro te, riprendi l'attività fisica che grazie alla "attivazione" delle endorfine ti aiuteranno a vedere le cose sotto una luce positiva. Mi rendo conto che è un po' troppo poco come tentativo di risolvere il tuo problema, ma da questa posizione non è materialmente possibile dare un valore aggiunto a quanto ben quattro specialisti hanno detto.
Cordialmente
[#8] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
ho eseguito holter pressorio e ecocolordoppler arterie renali. l'holter mi da ipertensione (media 145-85)...
l'altro nessuna anomalia.
mi è stata raccomandata dieta iposodica e attività fisica costante, senza farmaci per ora.
t3-t4 nella norma...