Utente 140XXX
Buonasera Dottori, avrei bisogno di un'inforamazione.
Dal 1999 assumo psicofarmaci.
La prima volta che andai dalla psichiatra mi ha curato con antidepressivi, successivamente con stabilizzatori, e qualche volta con antipsicotici (che mi facevano stare malissimo e ho deciso di sospenderli).
Da circa un anno assumo cipralex da 20 mg, e più o meno da un mese il gabapentin da 300 mg una volta al giorno.
Dopo anni che vado dalla psichiatra, solo ultimamente, e su mia richiesta, mi ha fatto la diagnosi: disturbo di personalità border e disturbo ossessivo. Invece io ho sempre pensato che la diagnosi fosse depressione.
Siccome io non vedo miglioramenti, ho pensato che forse sarebbe meglio che smettessi di prendere farmaci.
Adesso mi chiedo è possibile che un uso errato di psicofarmaci (cioè che magari non erano necessari), può causare delle patologie psichiatriche che prima non c'erano? Inoltre un uso prolungato di questi farmaci può causare danni a livello cerebrale?
Grazie per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
per rispondere alle sue domande le posso garantire che i farmaci in questione non "producono danni" al cervello anzi è stato dimostrato che nei pazienti depressi gli antidepressivi migliorino il trofismo cerebrale i secondo luogo questi farmaci "non creano la malattia mentale" come potrebbe pensare,infine credo che sia opportuno una diagnosi ben definita a cui corrisponda una terapia specifica che probabilmente non è il suo caso dal momento sospende i farmaci di sua iniziativa forse non le hanno spiegato cosa significhi realmente il suo disturbo e cosa comporti non trattandolo
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore per avermi risposto.
Quindi Lei crede che la diagnosi disturbo di personalità border e disturbo ossessivo non è esatta?
Pensa questo in base alla terapia che sto facendo?
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Penso solo che dovrebbe fare più chiarezza con lo specialista che lo segue e farsi spiegare che il fai da te non ha alcun senso e non deve trovare spazio in questei disturbi
[#4] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Ma in base alla diagnosi disturbo di personalità border, anche se la psichiatra dice che non sono presenti tutte le caratteristiche, e disturbo ossessivo, la terapia che sto seguendo è adatta? Eppure io continuo a stare male, mi sento sempre giù.
[#5] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
continua a stare male ,secondo il mio parere,in quanto non sta seguendo una terapia adeguata in una diagnosi molto evanescente
[#6] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi Dottore non capisco potrebbe spiegarsi meglio!
In che senso non sto seguendo una terapia adeguata in una diagnosi molto evanescente?
[#7] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Semplicemente perchè se è vero quanto riportato con nella diagnosi,iltrattamento con stabilizzanti dell'umore mi sembra molto "debole"
[#8] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Non so Dottore la psichiatra mi ha detto così. Quindi pensa che avrei bisogno di un altro tipo di farmaci? Ma il cipralex 2 volte al giorno va bene secondo lei?
Grazie ancora
[#9] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Le ripeto non posso dirle a distanza se una terapia va bene o no senza averla visitata in prima persona perchè come ripeto una terapia specifica corrisponde ad una diagnosi definita
[#10] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Si capisco Dottore. Ma la diagnosi disturbo di personalità borderline e disturbo ossessivo potrebbe essere adatta come diagnosi o non è definita?
[#11] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
potrebbe essere una diagnosi e come tale ne parli con il suo specialista sul programma terapeutico
[#12] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dott. Vannucchi, domani ho l'appuntamento con la psichiatra del csm, cosa dovrei chiederle chiarimenti sulla diagnosi e se è adatto il trattamento con i farmaci che sto assumendo?
Mi sento sempre giù, come se avessi una stanchezza cronica, mi viene sempre di stare a letto, mi sento demotivata e senza voglia di fare niente.
Potrebbe essere solo un problema a livello psicologico?
Grazie ancora per l'attenzione