Utente 151XXX
Da sei mesi soffro di dolori e bruciore intestinale continuo. Dopo numerose indagini strumentali e di laboratorio risultate negative, a parte l'intolleranza al lattosio, positività alla genetica per celiachia e contaminazione batterica dell'intestino tenue. La contaminazione batterica non potrebbe essere causata dalla Candida Albicans? Come si può rilevare? Ho fatto analizzare le feci attraverso la ricerca microscopica a fresco per miceti ed'è risultata negativa. Esistono altri tipi di esame per la candida. Gli specialisti sono orientati sul Colon Irritabile, ma io stento a crederci. Ho come la sensazione che ci sia qualcosa nell'intestino che mi causa questi dolori 24h su 24. Le feci sono poltacee e le evacuazioni spesso sono accompagnate dai classici mal di pancia che son ben diversi dal dolore che ho all'intestino, che sembra quasi avere un livido al suo posto. Mi fa male da sopra l'ombelico in giù, fino al pube. E' celiachia, Candida o cosa?
Grazie per l'attenzione, distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,bisognerebbe escludere, oltre all'intolleranza al lattosio,che lei ha mensionata, la celiachia. La "predisposizione" ad essa, potrebbe spiegare questi problemi intestinali. Oltre alle indagini emato- chimiche (ab antitransglutaminasi, antiendomisio,antigliadina), sarebbe utile un'indagine endoscopica con biopsia, per osservare la mucosa intestinale. Ripeterei l'emocromo, la ves e la pcr e se non eseguiti da poco tempo, anche gli anticorpi su accennati.Una dieta in assenza di glutine, sarebbe indicata per verificare o meno la presenza di celiachia "clinicamente" presente.
Cordiali saluti.