Utente 164XXX
Buongiorno. Ho trovato il Vostro sito e, dal momento che leggendo in giro si trovano tante informazioni diverse, ho deciso di scriverVi per delle informazioni generali (in attesa ovviamente di andare dal medico). Sento spesso(soprattutto con l'umidità) la sensazione di avere del muco fermo (che ogni tanto sputo)tra la gola e lo sterno (come quando si ha la tosse). Non ho tuttavia tosse se non ogni tanto (ma con solo qualche piccolo colpo di tosse nel giro di ore, spesso solo con lo stimolo di tossire e basta) soprattutto quando canto (e infatti spesso mi schiarisco la voce) o quando cammino. Di notte non ho praticamente mai disturbi (a detta di chi mi sta vicino non russo e respiro bene). Il tutto si associa a sensazione di non inspirare abbastanza e a un senso di soffocamento (ma a detta del mio medico questa sensazione di soffocamento una questione ansiosa dovuta al fatto di essermi agitato per questa problematica). A febbraio (per altri motivi e con tali sintomi che erano tuttavia molto più lievi) ho fatto una rx torace 2 proiezioni e poi a maggio una spirometria semplice. Tutti e due gli esami sono risultati perfettamente nella norma (avevo anche fatto visite e esami al cuore per attività sportiva, tutte perfette) . Ora un amico mi ha detto che la spirometria semplice non serve a nulla in quanto se avessi tipo l'asma o bronchite non lo rileverebbe..
Volevo chiederVi: se avessi un qualche tipo di problema polmonare (tipo bronchite più o meno cronica o disturbi respiratori) qualcosa sarebbe emerso dalle auscultazioni e dagli esami? La spirometria semplice è davvero inutile? Non fumo e non ho sibili (o almeno non li sento) e la mia frequenza respiratoria quando ho tali sensazioni non supera i 17 atti al minuto (quindi mi dicono è nella norma) .
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera, le rispondo consigliandole anche di sentire eventualmente i colleghi della sezione di Pneumologia per maggior approfondimento.
Non concordo sul fatto che la spirometria semplice non abbia valore diagnostico. Si utilizza proprio per valutare quei deficit respiratori tipici del broncopneumopatico cronico (l'asmatico, l'enfisematoso, il bronchitico cronico ecc. ecc.). Eventualmente si posssono effettuare test funzionali di secondo livello: test di reversibilità o test di iperreattività se la spirometria semplice ha dato elementi per diagnosticare forme patologiche.
Nel suo caso non sembrano esserci elementi strumentali degni di patologia. E' chiaro che una visita specialistica prevede anche un esame obiettivo che da qui non si può fare. Ma sarei abbastanza tranquillo concordando col suo Curante.
Saluti
[#2] dopo  
164840

dal 2012
Grazie infinite per la risposta..quindi la spirometria semplice serve per poi eventualmente in casi dubbi farne altre di più complesse se non ho capito male?. Almeno non ho fatto un esame inutile..
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non penso proprio che abbia fatto un esame inutile. Se non sono stati eseguiti ulteriori accertamenti è perchè i risultati della prima prova erano più che lusinghieri.
saluti