Utente 110XXX
buonasera, mi chiamo diego e ho 34 anni, 4 anni fa mi è stato "messo" un impianto dentale per un dente singolo, il primo molare inferiore sx.
l'impianto si è perfettamente integrato con l'osso e per 2 anni è andato tutto benissimo, poi ho avuto un po di "infezione marginale della gengiva lato esterno" a detta del dentista.. curata felicemente con un po di antibiotico.
il dott. ha detto che era raro ma che poteva succedere che del cibo si infiltrasse tra la gengiva e il"modulo o dente", ma che non c'era nula di cui preoccuparsi..
io ho notato che la gengiva, solo sul lato esterno, lentamente negli anni è scesa, il problema non si verifica spesso, ma solo ogni 4-5 mesi.
Ho consultato un paio di altri implantologi i quali hanno concordato che l'impianto per quel dente era un po piccolo e di tecnologia superata.. (dati impianto.. marca:BIOTECH modello:TWO diametro:5mm lunghezza 11,5 mm) e che questo poteva essere il motivo del prob. tuttavia il consiglio unanime è stato quello di non provare a rimuovere l'impianto per sostituirlo con uno di dimensioni piu' appropriate, xkè potrebbe essere molto traumatico per l'osso..
allora che fare? passare il super floss tutte le sere sotto l'impianto per tutta la vita,(sempre che sia una prassi corretta) o magari provare a ricostruire un pezzetto di gengiva che si è ritirata?
Ps:le lastre fatte mostravano che la chiusura,l'impianto, e l'osso erano ok..
era solo un piccolo prob di infiammazione gengivale lato esterno..
attendo gentilmente un vostro consulto e opinione. grazie.
[#1] dopo  
172424

Cancellato nel 2010
"era solo un piccolo prob di infiammazione gengivale lato esterno..", così dice caro Paziente.
E proprio quello era il problema.

Il primo sintomo di una Gengivite che è evoluta da quel che ho potuto capire in una perimplantite.
Ossia una infezione di osso e gengiva che circondano l'impianto.

Così come intorno ad un dente sano si può formare uno scollamento della gengiva che si chiama tasca parodontale che è l'espressione principe di una Parodontite, con distruzione del Parodonto

ossia del tessuto di sostegno del dente,
Osso, gengiva, ligamento parodontale e cemento della radice,

così intorno ad un'impianto si ha una malattia simile che si chiame perimplantite.

Ha bisogno di una visita da un Parodontologo che se possibile, diagnosticherà la patologia e opianificherà la terapia appropriata.

Cordiali saluti ed in bocca al "lupo"


[#2] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
risponderò in modo generico per evitare di scendere troppo nel tecnico e crearle confusione
se la gengiva si infiamma saltuariamente, vi può essere assenza di "gengiva aderente" che comporta una maggiore fragilità del tessuto periimplantare o, come già accennato, tasca periimplantare; in entrambi i casi l'attendere non è produttivo visto che non riesce a gestire la situazione senza infiammazione, anche se saltuaria, nonostante l'attenta igiene. E' probabile che necessiti di un piccolo intervento che si diversificherà in funzione della patologia in atto
concordo sul fatto che la rimozione dell'impianto sia,se possibile, da evitare; comunque deve essere valutata nel caso la situazione non sia risolvibile in modo stabile

cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
grazie, gentili dottori..
Ho gia provveduto a fissare un appuntamento dall'implantologo per lunedi'..
A titolo informativo: in maggio ho fatto una visita di controllo per lo stesso motivo (sono un po' maniaco), e l'implantologo dopo aver fatto una radiografia e averla analizzata, mi ha detto che l'osso e l'impianto erano in buona salute e non c'era infezione..
puo' voler dire qualcosa?
l'unica raccomandazione era di tenere ben pulito e di vedere come andavano le cose..
domanda: è possibile che la leggera infiammazione sia una reazione al'influenza che ho avuto la sett scorsa?

Mi chiedevo,visto che il dottor finotti visita in uno studio a padova, se fosse possibile fissare una visita di consulto nel suo studio per sentire cosa ne pensa, e valutare eventualmente il da farsi.. visto che anch'io sono di padova..
gentilmente dottore, mi puo' dire se è fattibile, ed eventualmente come contattarla?
grazie..
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non credo proprio che il suo problema possa derivare dalla tipologia dell'impianto! Se si tratta di perimplantite va curata come tale da un "onesto" odontoiatra che capisca un pò di parodontologia. Tutto qui.
La saluto cordialmente.
[#5] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente,i colleghi che mi han preceduto han risposto esaurientemente, x quanto possibile su internet, al quesito da lei posto.
Concordo con Il dr. Muraca che la perimplantite quando si verifica non guarda la tipologia dell'impianto.
x quanto concerne la sua ultima domanda se cioè può esserci una correlazione tra quanto si è verificato e una pregressa sindrome influenzale le rispondo che francamente mi sembra alquanto improbabile...per non dire impossibile.
Il dr Finotti può contattarlo privatamente alla mail indicata nella sua pagina personale o cliccando sui link in calce alla sua firma.
la saluto cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non ripeto quanto già ottimamente detto dai colleghi.

Ho cercato documentazione sull'impianto da lei citato, ceh non conoscevo, e l'ho facilmente trovata.

Si tratta di un OTTIMO disegno implantare, e un adeguato diametro del collo di insorgenza.

Riguardo al consulto che le hanno fornito quei due cosi implantologi (come si chiamano? Il gatto e la volpe?)...

"hanno concordato che l'impianto per quel dente era un po piccolo e di tecnologia superata, e che questo poteva essere il motivo del problema"
non si tratta altro che di un espediente vergognoso per accaparrarsi l'ignaro pollo a costo di denigrare il concorrente.

Si rechi da chi vuole, non da "quei due".
Finotti non le racconterà queste ridicole panzane: è un collega onesto, che ha il solo torto di essere più diplomatico di me.

[#7] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille dei vostri consulti.
vi terro' informati sugli esiti delle prox visite.