Utente 296XXX
Mi chiamo Mario, ho 35 anni e fino allo scorso anno ho sempre goduto di ottima salute.
Dallo scorso anno ad oggi mi sembra che il mio fisico stia degenerando, vi elenco cosa mi è successo:

Settembre 2003: Mi scoppia 1 capillare in un occhio e per circa due/tre settimane
accuso 1 dolore agli occhi e la mia vista sembra calata infatti vedo piuttosto
sfuocato.
La visita oculistica esclude problemi di vista e dopo poco tutto torna alla
normalità.

Gennaio 2004: Accuso problemi anche molto rilevanti di reflusso gastroesofageo.
La gastroscopia e relativa biopsia escludono problemi + gravi (tumori, helicobacter,
ecc..) ma rilevano una una ernia iatale di 2 cm. Con una cura di 4 mesi di LUCEN40 il fenomeno del reflusso si attenua ed attualmente non ho problemi di reflusso rilevanti anche se spesso sento "acido" in gola e nella bocca (soprattutto al mattino quando mi sveglio)

Febbraio 2004: Sul corpo e sui genitali mi vengono diagnosticati lichen rubens che
con l'ausilio di un crema (Eolocon unguento) in una settima guariscono anche se sul
corpo ogni tanto si presentano ancora.

Marzo 2004: Influenza con febbre sopra i 38° che dura per 4 gg

Aprile 2004: Febbre oltre i 39°, mal di gola e forte mal di testa, tosse e numerose
scariche di catarro dalla gola. Guarisco in 1 settimana ricorrendo anche a 5 gg di
antibiotici (KLACID 500). Attualmente continuo ad avere dolori alla gola improvvisi che arrivano e se ne vanno nel giro di 1 giorno e sento il catarro in gola.


Giugno 2004: Mal di gola, raffreddore ed 1 giorno di febbre. Vado dall'OTL che rileva solo un arrossamento della gola dovuto secondo lui al reflusso
gastroesofageo.

Giugno 2004: Dolori/fitte fortissimi alle mani ed ai piedi che continuano per circa
10 gg. soprattutto la notte, dopodichè i dolori si attenuano ed attualmente ho ricorrenti fitte alle mani, piedi e gambe, formicolio ai pedi e mani soprattutto di
notte.

Luglio 2004: Infiammazione del cavo orale con gengive sanguinanti ed odore di
"marcio" nella parte inferiore delle gengive. Con 1 settimana di sciacqui con
colluttorio risolvo il problema anche se attualmente ho la lingua sempre +ttosto bianca e sulla parte più interna della lingua (vicino la gola) permane l'odore di "marcio".

Luglio 2004: Il glande risulta arrossato con puntini rossi. Il dermatologo dice che
si tratta di discromia e nulla +.

Aggiungo anche che da settembre ad oggi (l'ultimo ad aprile) ho ripetuto gli esami
generali del sangue 3 volte (emocromo, colesterolo,trigliceridi, acidi urici, ecc...) ed a parte il colesterolo (222), acidi urici (6.8) e monociti (10.4) che sono leggermente sopra i limiti gli altri vanno tutti bene.
Inoltre su indicazione del dermatologo ho effettuato un esame del sangue per valutare la presenza di eventuali epatiti avute o in atto con risultato negativo.

Attualmente continuo ad avere i seguenti sintomi:

- formicolio, sensazione di punture di spilli e fitte alle mani, piedi e gambe.
- catarro in gola, lingua bianca, bocca amara ed odore di "marcio" sulla lingua
(nella parte vicino la gola).
- fitte occasionali nelle zone dei linfonodi del collo che mi sembrano leggermente ingrossati. Se abbasso il mento sento ghiandoline che si muovono.
- vista sfuocata soprattutto al mattino ed alla sera
- glande arrossato.

Qualcuno è in grado, anche sulla base di quello che è successo negll'ultimo anno, di
dirmi di che cosa si tratta? C'è una relazione tra tutte le patologie che ho avuto?
Che tipo di accertamenti posso fare per accertar eventuali patologie? Il mio medico dice che probabilmente si tratta di stress, ma io non mi sento assolutamente stressato, infatti anche se lavoro molto non ho particolari fonti di stress e conduco una vita piuttosto tranquilla.

Devo dire che comincio ad essere molto preoccupato e mi ritrovo spesso a pensare al
peggio, quindi vi prego di rispondermi.

Scusate per la lunga mail e grazie di cuore
Mario

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2004
CUCU', qualcuno mi può rispondere?
Grazie