Utente 183XXX
Buona sera,
ho 67 anni e da circa un decennio soffro di dislipidemia, tenuta sotto controllo dalle statine. Lo scorso gennaio ho cambiato cardiologo e il nuovo specialista mi ha sostituito il Sivastin 40, che prendevo in precedenza, con il Crestor 20. Le ultime analisi, eseguite alla fine di settembre, hanno rilevato il colesterolo HDL a 41 mg, il fattore rischio a 3,6, il colesterolo totale a 149 e i trigliceridi a 134. Di recente il medico di base mi ha prescritto il Medipo 40 in sostituzione del Crestor, sostenendo che quest'ultimo è molto tossico. Ad eccezione del Crestor, tutte le statine,compreso il Medipo, mi arrecano un leggero indolenzimento ai polpacci,per il quale ho fatto anche l'esame del CPK con esito negativo.
Vorrei sapere se davvero il Crestor è più tossico degli altri medicinali analoghi o se la sua sostituzione è stata determinata da esigenze di contenimento della spesa farmaceutica, visto che il suo prezzo è molto elevato. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
crestor è un ottimo farmaco quando ben gestito (monitoraggio degli esami ematici e di eventuali effetti indesiderati)
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottor Vannucchi, Le sono davvero molto grata, perché mi ha chiarito un dubbio che mi era venuto anche in altre circostanze. Capisco le ragioni di natura economica, ma non mi sembra corretto che il medico di base sostituisca un farmaco prescritto dallo specialista perché costa di più. Gradirei il Suo parere in proposito, anche perché, come sopra detto, è una cosa che succede con una relativa frequenza. Grazie ancora.