Utente 106XXX
Gentilissimi dottori, sono un uomo di 62 anni e vorrei chiedere un vostro parere in merito ad una visita di controllo a cui sono stato sottoposto dall'inps, perchè essendo invalido civile al 75 per cento con sentenza del tribunale dall'anno 2007 mi è stato abbassato il punteggio al 60 per cento.

Questo in sintesi è il verbale che ho ricevuto dopo quasi tre mesi dalla visita:

Diagnosi CTU: Pregresso intervento chirurgico per neoplasia glomo carotideo sinistro, rcu colon di sinistra in terapia, bronchite cronica, cardiopatia ipertensiva 1 classe NYHA, ipoacusia bilaterale, spondiloartrosi coxartrosi e gonartrosi.

Medico inps
Esame obiettivo

Cicatrice chirurgica al collo in regione laterocervicale sinistra. PA:170/90 FC: 80 toni parafonici. Lieve soffio sistolico alla punta.Dolore evocato lungo il colon in particolare lungo il colon ascendente. Apparato ostearticolare: Dolenzia Poliarticolare nella mobilizzazione passiva con rigidità del fulcro lombosacrale, apparato respiratorio:MV aspro. SNC E. Psiche: Stato ansioso depressivo.

Diagnosi

Retocolite ulcerosa. Ipertensione arteriosa senza impegno miocardico. Poliartrosi con lieve impegno funzionale. Segni di bronchite cronica. Ipoacusia neurosensoriale bilaterale.

Diagnosi DM 05/02/92

Colite ulcerosa ( ||| classe)

Coronopatia lieve ( | classe NYHA )

Oltre a tutta la documentazione che certifica le patologie riscontratomi ho portato anche certificati medici ospedalieri di altre patologie che non mi sono state calcolate e che io vi elenco:

ipertrofia prostatica, varicocele di ( ||| grado ) bilaterale, ernia inguinale bilaterale, artrosi ai gomiti bilaterale, artrosi alle mani, uncoartrosi alla cervicale, discoartrosi C5 S1 coxartrosi alle anche, gonartrosi bilaterale.

Di tutte queste patologie mi hanno dato solo la colite ulcerosa e coronopatia lieve ( | classe NYHA ) Vorrei sapere se sono stati giusti nelle valutazioni e se anno omesso qualcosa.

Ringrazio anticipatamente a coloro che mi risponderanno.
[#1] dopo  
169091

Cancellato nel 2013
Gentile utente,
data la complessità del quadro clinico le consiglio, per ricevere un parere in merito, di rivolgersi personalmente ad uno Specialista in Medicina del Lavoro competente in materia assicurativa o in Medicina Legale e delle Assicurazione. Ricordi, nell'occasione, di portare con sé tutta la documentazione in suo possesso, sia clinica che assicurativa.