Utente 123XXX
Buonasera. Dopo un anno e mezzo circa sono di nuovo alle prese con qualcosa che credo siano altri piccoli condilomi.
Anche questa volta, a seguito di terapia medica per un intervento di implantologia dentale, avendo assunto farmaci in dosi massicce che senz'altro hanno notevolmente intaccato le mie difese immunitarie, mi sono ritrovata nell'arco di 12 ore con delle piccole escrescenze piane lisce e bianche, della dimensione di mezza lenticchia,come se fossero piccoli grumi di grasso, intorno all'ano (precedentemente ne avevo solo una vulvare ed una perianale ma di forma diversa,come dei "ciccetti", asportate con il bisturi ed analizzate). Mi sembra di contarne 4 o 5. Ho chiamato la mia ginecologa, (sotto festività non mi è stato possibile fare altro) la quale mi ha messa al corrente di quale sarà il percorso da seguire: visita ginecologica e pap test (che tra l'altro ho fatto 2 mesi fa e non ha rilevato nulla se non gardnerella, prontamente curata); di seguito colposcopia per controllare il collo dell'utero e confermare la mia "autodiagnosi", nonchè per vedere se c'è qualcosa più internamente; dopo di che appuntamento con l'ospedale per l'asportazione con crioterapia. Mi chiedevo: è questa la procedura giusta? non è un po' troppo lunga? Non si potrebbe passare direttamente all'asportazione di questi presunti condilomi per evitare di andare troppo in la con i tempi? Possono essere conseguenza di tessuto cicatrizzato di ragadi anali, di cui soffro da un po' di anni e per le quali non ho trovato ancora una cura che mi risolva il problema (il fastidio che mi provoca il prurito è davvero micidiale!). E ancora: non posso provvedere da sola alla loro "bruciatura" con qualche pomata o prodotto specifico? Grazie tante dell'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Sissignora:
Ritengo che chi ha la possibilità di scegliere un centro pubblico o privato per l'eliminazione immediata di lesioni molto infettive ed autoinoculanti come la condilomatosi faccia lanecelta più corretta;

Personalmente prediligo la laseterapia o la diatermocoagukazione per i dondoloni in luogo della crioterapia.

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi se insisto su una domanda alla quale probabilmente senza un indagine visiva non è facile dare una risposta.. Ma è possibile che non si tratti di condilomi, data la forma, la consistenza e la grandezza?? La volta precedente erano in effetti simili a "ciccetti", comunque piccolini, mentre ora sono delle semplici "placchette", come quei piccoli grumi di grasso che si formano sul volto.. Perdoni l'insistenza, ma visto che devo attendere diversi giorni prima di poter avere un appuntamento con la mia ginecologa, nel frattempo speravo in qualche conforto... Grazie ancora