Utente 435XXX
Egregi Dottori,
E' già un anno che soffro di una serie di disturbi fastidiosi e strani, e nonostante i 2 ricoveri avuti e i numerosi arrivi in pronto soccorso, non si è capita la causa del mio malessere. I sintomi sono i seguenti: senso di stanchezza, debolezza,colpi di caldo (tipo vampate), accompagnati da trasudazioni nella zona delle cosiddette maniglie dell'amore, e da un mese circa anche nella zona toracica;sensazione di oppressione alla respirazione, un nodo grande dal petto verso la gola con peso e sensazione di freddo verso sinistra.( Il mio dottore curante ha detto che si chiama angina pectoris,e mi ha prescritto dei cerotti di nitroglicerina). Ho mal di testa (da più di una settimana mi sveglio di notte e la mattina con forte mal di testa alla nuca e bruciori agli occhi, che dopo 1-2 ore passa da solo), difficoltà alla deglutizione, notevoli oscillazioni di pressione, spesso superiori a 150/90, dolori e sensazione di freddo intorno alle caviglie, (sono diventata meteopatica- sopporto a fatica i cambiamenti del tempo,sopratutto il freddo, gli sbalzi di umidità) , notevole ritenzione idrica in tutto il corpo. Agli esami di sangue e urine eseguiti 2 settimane fa, sono stati registrati i seguenti risultati :eritrociti=3,89 (4,2::5,4), ematocrito:35,3 (37::47), linf.=49,60 (19::48). Al esame microscopico: cristalli:ossalato di calcio. VES=24(2::15). S-TEST TOXO IGG ELISA=111 (<15), S-TEST TOXO IGM ELISA=negativo, S-ANTICORPI ANTI CYTOMEGALOVIRUS E.L.I.S.A. IgG-CYTO=POSITIVO, IgM-CYTO=POSITIVO; S-CYTOMEGALOVIRUS IgM E.L.I.S.A.= NEGATIVO. aLFA1=1,8 su (2,0-5,0), Gamma=21,9 su(12,0-20,0). FT4=1,22 (0,8::2,2)TSH=2,46 (0,1::4,5), FT3=2,79 (1,6::4,8). Tengo a specificare che è esclusa al 100% una gravidanza e anche una menopausa- risultata negativa ai ripetuti esami del sangue. Ho eseguito l'eco addome superiore che esclude problemi ai reni, fegato. Anche l'ecografia alIa tiroide non ha rilevato dei problemi. Ieri verso pranzo, ho avuto un malessere generale, con aumento di pressione, forte pulsazione in testa, peso sul petto, retro-sterno e verso la gola, confusione, debolezza, senza avere alcun motivo . Mi sono stesa a letto, e dopo 10-15 minuti tutto era passato, tranne il senso di forte stanchezza . Il mio dottore è rintracciabile appena il mercoledi pomeriggio. Il mio compagno mi ha portato in pronto soccorso, dopo che ha parlato per telefono con il mio dottore. Là, però dopo un elettrocardiogramma, la misurazione della pressione, mi hanno detto "seccati "che non si trattava di infarto (nessuno di noi aveva pronunciato questa parola)e che io soffro di forte sindrome ansioso-depressiva(!?) . Quindi , senza nemmeno guardare i miei referti portati da casa, mi hanno "dimessa", dopo che mi hanno fatto bere gocce di diazepam. Io sono una donna allegra, solare, con tanta vitalità. Mia figlia e mio compagno, spesso mi domandano come faccio a conservare ancora il senso dell'umorismo con tutto il male che mi tormenta da tanto tempo. I miei nonni materni e la mia mamma hanno combattuto e sono morti per malattie al cuore e tiroide, la mamma per ictus. Se ieri ero abbattuta, non vuol dire che è questo il mio stato normale, tutti i giorni... Secondo Voi di cosa si tratta? Da quale specialista dovrei andare? Quale sarà la causa di tutti i miei mali? E' qualche collegamento tra tutti i sintomi e gli organi sofferenti? Convinta che la mia domanda troverà accoglienza e attenzione da parte Vostra, ringrazio anticipatamente per la risposta. Elena de Carlo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Bruno
20% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
Credo che Lei debba consultare uno specialista neurologo per escludere una sospetta miastenia gravis, che data la pletora dei sintomi lascia supporre un ncoinvolgimento dell'apparato muscolo scheletrico, compresi muscoli respiratori e della deglutizione, dolore toracico e muscoloscheletrici della regione retronucale, sintomi verosimilmete complicati da crisi vaso-vagali correlate.
Quanto Lei riferisce dolori e astenia sono aspetti dello stesso problema.
Utile inoltre, che il neurologo oltre alla visita clinica, decida di sottoporla ad esame elettromiografico e/o elettroneuromiografia.
In attesa di eventuale suo ulteriore contatto,la saluto.
[#2] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore, La ringrazio per l'attenzione accordata al mio caso e per la Sua tempestiva risposta.Spedire questa mail è stato un errore in quanto l'avevo preparata due settimane circa fa, ma non sono riuscita ad inviarla perché erano troppi i messaggi in coda. Nel frattempo, ho eseguito altri esami e visite specialistiche,senza esiti chiari; per questo ho scritto un altro messaggio più aggiornato. Stamattina però per sbaglio,un pò per la fretta per non perdere l'opportunità dell'invio, é partito quello che Lei ha letto. Appena sarà possibile Le farò pervenire questo più aggiornato e più completo. Le porgo i miei più distinti saluti. Elena de Carlo
[#3] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2007
Buon giorno a tutti. Sono tornata a chiedere se alla base di tutto puossono essere i virus : Epstein-Barr (anticorpi anti EBV VCA IgGa=280, su >20U.A.=positivo; anticorpi anti EBV VCA IgM=10 su <20=negativo; rosolia: rosolia avidità=78,9(>40=alta avidità),anticorpi anti rosolia IgG085(>11=positivo), anticorpi anti rosolia IgM=10 (<20=negativo), rubeo: IgG=109 (0-15), IgM=negativo. all'eco tiroidea appaiono picolli linfonodi (4/5mm)nel versante inferiore delle parotidi. Vitamina D3(25OH)=11,2 microgr/l (inverno:10-60, estate=20-120).calcitonina<2 (uomini<18,2 donne<11,5. Ho fatto il test holter 24 ore e a parte qualche aritmia ed estrasitole isolate non preocupanti, nulla di particolare. Alla visita cardiologica: un soffio al cuore all'ascolto più attento. al esame di esofagogastroduodenocopia = cardias beante per picolla ernia hiatale, con consiglio di assumere PPI ex iuvantibus e antiacidi al bisogno. Ma, siccome ho già assunto da tempo medicinali del genere senza esito positivo, anche io come il mio dottore e il dottore che mi ha fatto questo esame, dubito che i miei sintomi vengano da questa picolla ernia hiatale. Le oscilazioni di pressione sono diventate più spesse, a volte provo forte sensazione di freddo sul petto parte sinistra, che prende anche l'articolazione dell'ascela e freddo alla'addome e nello stesso tempo sudo e avverto bollore sul torso. Mi si ghiaccia il naso all'improviso e mi fa male di più nel punto tra osso e cartilagine. Ho tutto il giorno le articolazioni intorno alle caviglie freddissime e dolenti, ma di notte, verso la mattina diventano fortemente bollenti e dolenti, e avverto il rialzo della pressione, freddo alla fronte,mal di testa, che poi passa da se dopo 1-2 ore circa.Nelle prime ore della mattina sono stordita, e poi, piano piano mi riprendo.
Grazie a tutti che mi possono illuminare.