Utente 199XXX
Buongiorno,
Il giorno 05 marzo 2011 ho eseguito una VATS (uomo, 62 anni, in buona salute, pensionato, in terapia antiipertensiva da circa 15 anni, ho smesso di fumare 26 anni fa), a seguito del riscontro alla PET-TAC di un nodulo polmonare ipercaptante a contorni spiculati nel lobo superiore dx (15 mm di diametro)al davanti della scissura, con numerosi noduli millimetrici subito al di sotto e lateralmente ad esso.
Lo stesso esame aveva evidenziato ipercaptazione in sede di corpo e proc. spinoso della vertebra L1(già trattata con radioterapia 20Gy x 5 il mese scorso per rischio di compressione midollare), del corpo di T4, di un linfonodo ilare dx, di un linfonodo del pilastro diaframmatico dx e un nodulo surrenalico dx con diametro assiale max di 23 mm.
La biopsia eseguita alla VATS è risultata escissionale e il referto (del quale non sono in possesso)è stato: nodulo polmonare non microcitoma, probabile metastasi di adenoca. intestinale, IHC TTF1 negativo. Sono state immediatamente effettuate EGDS e colonscopia con risultato negativo, pertanto rimane il dubbio sulla primitività.
Nel frattempo ho iniziato la CT con carboplatino e pemetrexed per neoplasia polmonare.
I marker tumorali sono i seguenti: NSE negativo, CYFRA 19.9 = 5,5 e CEA = 29,9 per il resto gli esami ematochimici non presentavano alcun valore alterato.
Il nodulo polmonare suddetto era stato individuato a un rx torace di controllo per l'AVIS (febbraio 2010), ma in quella sede non gli era data importanza nè era stata effettuata una Tac.
Per correttezza vi riporto anamnesi pato remota: alla densitometria ossea (gennaio 2011) è stata evidenziata importante osteoporosi per la quale non è stata intrapresa alcuna terapia vista la diagnosi di neoplasia in stadio IV comunicataci 14gg dopo.
Ho subito di recente (luglio 2010) l'escissione di un melanoma maligno insorto su nevo in sede lombare, stadio III di Clark e Breslow 0,40 mm con margini di exeresi indenni e lo stesso dicasi per l'allargamento effettuato successivamente, con ecografie di linfonodi inguinali e ascellari risultate negative.
In sede di colonscopia di controllo (aprile 2008) ho subito asportazione di adenoma tubulare sessile del cieco con displasia di alto grado e con infiltrazione flogistica stromale, con successiva colonscopia (ottobre 2008) negativa.
Mi rivolgo a voi nella speranza che possiate aiutarmi a comprendere quale e dove sia la lesione primitiva. Vi domando inoltre se è possibile che il nodulo polmonare sia una metastasi del melanoma? oppure di quel polipo che era stato asportato con la colonscopia del 2008?
Vi ringrazio per la cortese attenzione e resto in attesa della Vostra risposta.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Liberatore
32% attività
0% attualità
12% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
la PET-Tac da lei eseguita era solo polmonare?
In tal caso estendendo lo studio all'addome potrebbero esserci delle indicazioni su un eventuale sede primitiva.
Inoltre potrebbe essere utile far valutare i vetrini anche ad altro anatomopatologo
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore Liberatore,
la PET-Tac effettuata è stata total body, ma l'unica ipercaptazione(modesta) in sede addominale è stata quella al surrene indicata nel mio precedente messaggio, refertata come probabile incidentaloma..nessun altra sede tissutale nè linfonodale.
Il vetrino è stato refertato da un anatomopatologo dell'Istituto di Padova e ricontrollato successivamente dal direttore in persona, il Professor Rugge.
Grazie della cortese attenzione,
cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Liberatore
32% attività
0% attualità
12% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Andrebbe rifatta una rivalutazione complessiva della situazione, senza "mollare l'osso", per approfondire qualche eventuale aspetto che non si è reso ancora evidente. Nella sua zona mi viene in mente in centro di riferimento oncologico di Aviano, presso il quale far magari rivalutare la documentazione.