Utente 195XXX
Salve,
la mia attuale ragazza ha smesso di prendere la pillola e siamo stati costretti a utilizzare di nuovo il preservativo, premetto che 5 mesi fa lo usavo senza alcun problema.
Ora abbiamo provato svariate volte, ma dopo aver iniziato ad avere un rapporto il pene si affloscia, e non riesce a ritornare rigido se non dopo aver tolto il preservativo.
Con la stimolazione manuale invece non c'è problema.
Cosa posso fare? ho provato con preservativi di piu marche tutti sottili o ultrasottili, e vorrei evitare di chiedere alla mia ragazza di prendere di nuovo la pillola...
Esistono creme spermicide o comunque rimedi che non siano preservativo e pillola o una soluzione al mio problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo non ci sono altri metodi contraccettivi maschili sicuri (esclusa la vasectomia, naturalmente a lei non proponibile) che possono essere indicati.

Cerchi di rivalutare, insieme alla sua ragazza, il suo attuale problema sessuale che sembra essere di natura psicologica e "relazionale".

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
beh non penso sia ciò che provo per lei o l' attrazione sessuale dato che senza preservativo va tutto benissimo per entrambi, difatti anche adesso, se lo facciamo senza, non ho alcun problema
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il problema relazionale attuale all'uso del preservativo che lei ha e che non aveva non alcuni mesi fa potrebbe essere legato al fatto di avvertirlo ora come un'"ostacolo" ad una più diretta e vera comunicazione con la sua ragazza.

Ma da questa postazione poco altro di preciso le si può dire; valuti se è il caso di sentire in diretta il suo medico di fiducia e poi anche un andrologo oppure risentire, sempre in modo diretto, il ginecologo della sua ragazza.