Utente 152XXX
Buonasera, soffro da parecchi anni di diverticolite, spesso senza alcun motivo si infiammano e mi causano dolore addome inferiore sx e nel caso febbre, la cura è il classico normix! Dicono di mangiare tante fibre:verdure frutta senz asei etc. quando non c'è infiammazione, ma io sono sempre più convinta che l'alimentazione conta e non conta, vorrei tenere l'intestino sfiammato(dicono che colonterapia fa bene, ma non sono x la quale) ho cominciato ad assumere semi di pompelmo ma ho letto che interagiscono in maniera negativa con alcuni farmaci, ad esempio assumo farmaci x l'ipertensione come aponil da 6mg e prinzide.
Quindi vorrei avere qualche consiglio da voi cosa ne pensate e cosa potrei fare x tenere un intestino + sano senza tanti medicinali, cortesemente attendo vs. consigli.
grazie.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la terapia medica corretta della diverticolite vera NON è l'assunzione di rifaximina, che è un antibiotico non assorbibile, bensì di antibiotici per via sistemica.
Alcuni medici consigliano la terapia con rifaximina nelle sindromi diarroiche nel portatore di diverticoli nella ipotesi di "prevenire" una complicanza infiammatoria: questa ipotesi non è condivisa dalla maggioranza dei gastroenterologi.

La prevenzione più efficace della diverticolite si fonda sulla induzione della regolarità del transito intestinale attraverso una adeguata introduzione di fibre e di liquidi nell'alimentazione.
Sono da evitare i lassativi irritanti, anche se di origine naturale.
E' utile l'introduzione di yogurt nell'alimentazione abituale per facilitare l'azione della microflora batterica intestinale.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, grazie per la Sua risposta; infatti il normix lo assumo al bisogno in combinazione con pentacol; ogni giorno consumo dei yogurt e fermenti lattici 'zir fos' intervallati di settimana in sett. ma nonostante tutto alcune volte purtroppo anche 2 volte nell'arco di un mese senza motivo apparente si infiammano.
E' possibile che ci siano delle intolleranze alimentari o determinati alimenti che proliferano l'infiammazione? Cosa si potrebbe assumere per tenere un intestino libero da 'tossine'?
grazie, cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
non è possibile <<tenere un intestino libero da 'tossine'>> perché quest'organo (il colon, in particolare) ha proprio la funzione di contenere sostanze potenzialmente tossiche per eliminarle all'esterno del corpo.
Ciò su cui si può intervenire è - sottolineo - la regolarità dell'azione di smaltimento dei residui. Per facilitare ciò è utile l'apporto quotidiano di fibre (ad esempio crusca).
Cordiali saluti.