Utente 102XXX
Gent.mi Dottori buongiorno,
nella speranza di trovare qualche anima buona che non è ancora andata in ferie.. Vi chiedo un parere sul mio problema.
Sono ormai anni che ho un forte bruciore al glande.
Questo bruciore non mi permette di avere alcun tipo di rapporto sessuale con la mia ragazza (anche orale) nè tantomeno riesco a toccarlo con le dita.
Questo fenomeno risulta meno accentuato quando il pene non è eretto o quando -durante i lavaggi - viene immerso in acqua (il dolore diventa un fastidio sopportabile)..
Il dolore è localizzato in tutto il glande (in verità nella parte "posteriore" del glande, lì dove c'è il filetto, sento meno dolore.
Negli ultimi mesi, spesso durante la notte, ho prurito su tutto il pene sopratuttto sull'asta e alla base del pene.
Per il mio problema ho contattato due Dottori diversi, ed entrambi mi hanno liquidato dicendomi che non avevo niente di che..
mi hanno prescritto entrambi un sapone per l'igiene intima e una crema.
Nello specifico il primo medico:
- BALANIL LAVAGGI
- una crema della quale non ricordo il nome, che serviva (o meglio sarebbe dovuta servire) a diminuire il dolore o comunque a rendere meno sensibile il glande;
il secondo invece
CHILLY SOLUZIONE CONCENTRATA (barattolo bianco/verde)
MICOXOLAMINA SOLUZIONE CUTANEA

In entrambi i casi non è successo niente, il pene non è migliorato, sento ancora dolore ed ultimamente provando a fare l'amore con la mia ragazza abbiamo dovuto interrompere in quanto - causa i forti dolori e fastidi - il pene è tornato moscio (abbiamo provato anche sesso orale pensando fosse un problema di attrito ma niente).
Inoltre ho provato con un lubrificante a base acquosa della durex sul glande e anche nel preservativo sperando servisse a lenire i dolori ma nulla...
Va detto comunque che, durante il petting, il pene si lubrifica abbondantemente con il liquido prespermatico.

Ora gentili Dottori, Vi chiedo una mano, ho provato a ricontattare i medici ma sono tutti in ferie (giustamente) e questo problema mi sta letteralmente affligendo!

Cosa pensate possa avere in linea di massima con i sintomi descritti? (non vi chiedo cure o diagnosi definitive ma quanto meno un "potresti avere" in modo da tranquillizarmi)
inoltre Vi chiedo - se possibile - una crema (EFFICACE) da mettere sul glande per desensibilizzare la zona e poter quanto meno toccare la zona in modo da poter lavare al meglio il pene.

ah.. dimenticavo, riesco a scoprire senza alcun problema il glande, il prepuzio scorre bene e non ci sono impedimenti di alcun genere.
Se la cosa potesse servire, aggiungo che il pene è stato per lungo tempo coperto dal prepuzio, agli inizi anche durante la masturbazione, da circa 5/6 anni invece viene scoperto sempre (solo durante masturbazioni, altrimenti resta coperto dal prepuzio).

Spero vivamente possiate e vogliate aiutarmi.. vi prego!!!!!!
Grazie e buone vacanze a tutti!

F.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

lei manda messaggi un pò contraddittori: "non vi chiedo cure o diagnosi definitive ma ...
inoltre Vi chiedo - se possibile - una crema (EFFICACE) da mettere sul glande per desensibilizzare la zona ...." e poi ripete lo stesso quesito già riproposto e che ha già avuto una risposta che qui le ripeto: "in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione diagnostica e poi terapeutica su quali passi successivi fare.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Detto questo poi le possiamo dire che la sua situazione clinica potrebbe essere legata ad una infiammazione del glande, forse ad un frenulo corto od altro ma, come ben capisce pure lei, queste sono indicazioni cliniche non precise che non ci permettono neppure di darle altri consigli mirati.

Ripeto: bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.