Utente 231XXX
Salve,
vi scrivo per chiedere un parere sul problema di alitosi che mi affligge da un po' di tempo. Ho provato di tutto per poter risolvere il problema:
-sciaqui con Dentosan per una settimana;
-visita gastroenterologica (riscontrata solo una leggera gastrite);
-helicobacter pylori test (negativo);
-visita otorinolaringoiatrica (non è stato trovato nessun problema);
-un mese di assunzione di PerioBalance della GUM;
-visite da diversi dentisti che non hanno trovato nulla, a parte qualche principio di carie che sono state otturate.
Ho pensato anche che il problema potesse derivare dall'assunzione della pillola contraccettiva, Fedra, ma la assumo di mattina mentre il mio ragazzo riscontra il problema la sera.
L'ultimo consiglio della mia dottoressa è stato quello di provare un colluttorio, Meridol Halitosis: lo uso da poco più di un mese e pare che il problema sia migliorato in parte, ma non risolto.
Mensilmente assumo fermenti probiotici (Puraflor) e curo quotidianamente la mia igiene orale usando filo interdentale, spazzolino elettrico, pulisci-lingua e colluttorio; non mi sembra di avere patine bianche sulla lingua, se non dietro in profondità, ma mi riesce difficile arrivarci con lo spazzolino (quando ci provo, mi viene da rimettere).
Avete qualche consiglio da darmi oppure potreste indicarmi un centro specializzato, preferibilmente nella Sicilia orientale? Vorrei sottopormi al test dell'halimeter, sapreste indicarmi dove?
Ringraziandovi per la disponibilità, resto in attesa del vostro parere.
[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Lei ci ha descritto diverse sue abitudini, ma mancano del tutto quelle alimentari.
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Penso di avere un'alimentazione equilibrata: faccio colazione con latte (totalmente scremato in quanto sono intollerante ai latticini) e cereali, spuntino con yogurt, a pranzo e cena alterno primo e secondo. Le uniche cose che scarseggiano, in realtà, sono frutta e verdura: non sono presenti regolarmente nei miei pasti.
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Scusi, mi correggo: sono intollerante ai grassi del latte, per questo prendo latte scremato e yogurt magro. Evito di mangiare formaggi, anche se a volte ci provo per reintegrarli gradualmente nell'alimentazione, facendo sempre attenzione a quelli più grassi.
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Alcuni problemi di alitosi, se non provengono dal cavo orale, vengono da quello che mangiamo.
Sospetto acuito dal fatto che la problematica è soprattutto serale.

Latte e latticini non sono importanti nella dieta.
Se ne può benissimo fare a meno.
Pensi quale è l'unico animale che consuma spontameamente latte o latticini terminato lo svezzamento!

Una dieta bilanciata dovrebbe contenere latticini solo in modo sporadico, più che altro per un fatto culturale che nutrizionale.
Più che "dovrebbe contenere" occorrerebbe dire: "potrebbe tollerare".
Però la pubblicità ci bombarda con le sciocchezze che "iu calcio fa bene alle ossa e ai denti".

L'altro aspetto è la carne.
Limitarne il consumo ad un paio di giorni la settimana, introducendo al posto il pesce di piccola taglia (pesce azzurro).
Un eccesso di carne nella dieta è fonte di alitosi di provenienza gastrointestinale.

Altro aspetto ancora è l'introduzione costante di verdura in adeguata quantità e fibre, di cui lei è carente.

Ancora, l'introduzione in modo costante di legumi, di cui lei non ha fatto cenno.

Come vede, c'è da lavorare in questo campo.

Sempre che non ci sia una causa orale della sua alitosi sconosciuta a me e agli altri dentisti che l'hanno visitata.

[#5] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Ha ragione, in effetti non sono entrata nello specifico: mangio carne non più di tre volte a settimana (sia bianca che rossa) e non sempre.
I legumi, invece, non mancano: li mangio spesso in inverno.
Purtroppo devo ammettere che il pesce è assente nella mia dieta, può capitare di mangiarlo una volta al mese e neanche.

Quindi lei pensa sia il caso di attenzionare maggiormente l'alimentazione introducendo verdure, fibre e pesce azzurro?

Pensavo che il problema fosse legato alla patina bianca che ho nella parte posteriore della lingua, anche se mi sembra lieve.
E' normale per tutti averla? o c'è qualche causa particolare che comporta la sua formazione?

Inizierò, comunque, seguendo il suo consiglio sull'alimentazione.
Grazie!
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Un vecchio medico, quelli di una volta che oggi non esistono pioù, le avrebbe detto: "mi faccia vedere la lingua".
Da li avrebbe impostato la sua ipotesi diagnostica.

Ci sono lingue e lingue.
Ci sono patine e patine.

Come facciamo a risponderle on-line?

Provi a ripartire in questo modo: si accerti in modo definitivo con un paradontologo se effettivamente lei non ha problemi gengivali che possano sostenere la sua alitosi.
Un dentista paradontologo di chiara fama e competenza.
Non mi chieda nomi: il più vicino che conosco di cui mi fiderei ciecamente è in Sardegna, per cui è veramente troppo lontano da lei.

Una volta accertata l'assenza di origine orale, indaghi su quella gastrointestinale, ricolgendosi ad una persona esperta di nutrizione e di intolleranze alimentari, anche per escludere la possibilità di una eccessiva colonizazione del tubo gastrointestinale da candida.

E speriamo di venirne a capo, perché sennò non saprei più che pesci pigliare.

E qui mi fermo perchè non saprei più che pesci pigliare.
[#7] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la sua disponibilità... vedrò di fare come consigliato!