Login | Registrati | Recupera password
0/0

Referto tac cranio collo cervicale con contrasto

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011

    Referto tac cranio collo cervicale con contrasto

    gentilissimo professore in data 25.02.2011 ho ritirato tac con le seguenti conclusioni: L' esame tomodensitometrico del cranio,collo e cervicale eseguito dopo perfusione endovenosa di mezzo di contrasto, ha mostrato:
    Moderato e simmetrico ampliamento atrofico del sistema ventricolare e degli spazi
    liquorali periencefalici alla convessità. In asse le strutture della linea mediana. Moderata e diffusa ipodensità e granulosità della sostanza bianca periventricolare da sofferenza diffusa su base vascolare. Dopo mezzo di contrasto endovenoso non si osservano aree di patologica impregnazione a carattere focale a carico del tessuto nervoso. Lo studiodegli assi carotidei integrato da ricostruzione MIP e MPRbi e tridimensionali ha mostrato regolare calibro ed omogenea opacizzazione degli assi carotidei:Moderata ateromasia parientale al bulbo da ambo i lati e piccole placche fibrocalcifiche senza stenosi di rilievo emodinamico.Conservato e simmetrico flusso a livello delle arterie vertebrali. Atrosi diffusa somatica ed interapofisaria.Non si osservano alterazioni discali a carattere erniario nel segmento cervicale.- PREMESSO:Ho 67 anni , nel 2002 sono stato operato con sostituzione della valvola aorta meccanica in TAO Terapia: Cumadin, Limpidex 15 mg, Cardicor 2,5 mg. Lasix, Rixil 80 mg, pravastatina 20 mg, e Lamictal 100 mg, .i motivi della tac: Oscuramento occhi a volta totale ed a volte parziale, vertigini.Cortesemente le chiedo un consulto nell attesa ringrazio anticipatamente.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 2489 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile Utente,

    alla TC cranica è stato riscontrato un problema di tipo vascolare dovuto a deficit di ossigenazione, reperto di frequente riscontro in soggetti al di sopra dei 60-65 anni. Si faccia seguire da un neurologo ma stia tranquillo perchè il problema non è grave. Tenga sotto controllo pressione arteriosa, colesterolo, trigliceridi e glicemia. Come mai assume il Lamictal?

    Cordiali saluti


    Dr. Antonio Ferraloro

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    assumo lamictal perche anni orsono prenotai una visita neurologica ed il dottore mi
    disse di assumere lamctal 100 a vita . il giorno 20.10.2011 ho fatto una visita presso
    la clinica mediterranea ed il neurologo mi ha prescritto ancora per due mesi e poi smettere la prego sono ansioso non so cosa fare mi consiglia lei
    un cordiale saluto e buono Natale e buon anno



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 2489 Medico specialista in: Neurologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile Utente,

    per quale motivo è stato prescritto il lamictal? Con quale diagnosi?

    Buon Natale e buon anno anche a Lei


    Dr. Antonio Ferraloro

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23/12/2011, 21:56
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27/12/2011, 12:30
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31/12/2011, 22:15
  4. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 04/01/2012, 14:31
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10/01/2012, 21:29
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896