Utente 211XXX
Salve a tutti, da tempo soffro di secchezza del glande con perdita di elestacità della pelle che ricopre il glande, la zona risulta arrossata e stirando la pelle si creano delle microlacerazioni, fastidiose ma non dolorose.
Altro sintomo è un odore particolarmente forte del glande.

Il medico di base mi ha prescritto uno spermiogramma che NON ha dato risultati rilevanti.
Sono andato da un urologo che dopo avermi guardato, mi ha detto che sono dei funghi, senza specificare.
Inoltre mi ha chiesto se avevo una ragazza e come stava e in effetti la mia ragazza ha delle perdite bianche e un odore non buono della zona intima.

La cura prescritta è stata DIFLUCAN 150mg per 2 giorni consecutivi 1 capsula da 150 al giorno, la mattina lavare la zona con acqua e bicarbonato, e la sera da stendere la pomata MICLAST sulla zona, queste due cose per 10 giorni.

Lo specialista ha consigliato di farsi prescrivere DIFLUCAN anche alla mia ragazza, con la stessa posologia.

la situazione è sembrata subito migliorare ma ora al 8° giorno mi sembra che i sintomi stiano tornando.

Purtroppo la mia ragazza ha un problema col ciclo e non ha potuto fare la cura, abbiamo evitato rapporti completi ma esattamente 3 giorni fa mi ha fatto del sesso orale (senza preservativo), può essere una causa del ritorno dei sintomi? che abbia anche la stessa infezione in bocca e quindi me l'ha riattaccata?
[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
16% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente, è molto improbabile essere contagiati da una micosi (funghi) attraverso del sesso orale. Ad ogni modo il mio consiglio è quello di effettuare una visita dermatologica sia per lei che per la sua ragazza. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
spesso una diangosi non specialistica di "funghi" o "micosi" lascia i passo ad altre situazione che solo lo specialista dermatologo venereologo può interpretare con coerenza:

una balanopostite ad esempio, può avere cause micotiche e batteriche associate e spesso bisogna addirittura andare oltre per comprendere il tipo e le resistenze di questi agenti un tempo molto labili e ad oggi in alcuni casi iper-resistenti.

Fra l'altro nella stessa sede, verranno valutate altre ipotesi legate alla descrizione che fa del caso e che comprendono tante situazioni dermatologiche non per forza infettive (dalla psoriasi a cenni di lichen sclerosus, solo per dare un orientamento generale sulla vastità delle possibili ipotesi).

Insomma, come spesso dico, "non tutto è funghi" in dermatologia! Anzi..

saluti cari.