Utente 195XXX
Mi sono recato da un andrologo-urologo per un problema di erezione e per un rigonfiamento del testicolo sx dopo sforzo. Ho effettuato un ecodoppler scrotale e un ecografia peniena dinamica. L'ecodoppler scrotale ha messo in luce un varicocele di primo grado nel testicolo sx che presenta live inversione di flusso alla manovra di valsalva che il medico non vuole operare.

L'ecografia peniena dinamica ha dato il seguente esito:

L'esame ecografico è stato condotto con sonda ecodoppler per small parts da 11mHz. In condizioni basali l'esame ecografico del pene mette in evidenza nulla di patologico. I corpi cavernosi presentano una ecostruttura omogenea. Le arterie cavernose presentano un diametro a riposo di 0.6mm. Dopo infusione intracavernosa di 10 mcg di PGE1 si assiste ad un discreto turgore penieno, ad un lieve incurvamento dell'asta peniena verso il basso alla base e ad un mancato innalzamento dell'asta peniena.

A 10' dall'iniezione i.c. si osserva una discreta vasodilatazione con picco sistolico (PSV) di 20.5 cm/sec e velocità telediastolica di 4.8cm/sec (EDV).

A 20' dall'iniezione i.c. la velocità di picco sistolico (PVS) incrementa a 30 cm/sec e la velocità telediastolica decrementa a 6.5cm/sec (EDV)

CONCLUSIONI: discreta risposta alla farmaco induzione; lieve incompetenze veno-occlusica e risposta in parte di tipo ansiogeno.

Per tre notti sto mettendo il rigiscan e la prossima settimana comincerò una cura per le vene. Il problema è che il pene dopo l'iniezione non si è alzato e il medico sospetta che ci sia stato un trauma che ha creato un danno al tendine che non consente al pene di alzarsi. In effetti il mio problema principale era l'alzamento non tanto l'allungamento o l'indurimento, però non ho avuto nessun trauma. L'andrologo mi ha detto che si potrebbe operare però la cicatrice mi potrebbe dare dolori durante i rapporti e quindi me l'ha sconsigliato.

Non esiste un esame che verifichi lo stato di questo tendine e inoltre è possibile che con la cura che mi aumenta il flusso di sangue riuscirò a risolverlo???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,per quanto attiene il problema scrolla,concordo con il collega sulla non operabilità del minimo varicocele.Circa la disfunzione erettile,aspetterei l'esito del rigiscan,in quanto le conclusioni devivate dall'ecodoppler non mi sembrano attendibili e ritengo possano essere fuorvianti.Ho la sensazione che...sul tendine (?) non vi siate capiti.Comunque,se ritiene,ci aggiorni con l'esito del rigiscan.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Vi aggiornaró la prossima settimana sul rigiscan. Per quanto riguarda il tendine, mi ha detto che a causa di un trauma si è danneggiato. Questo tendine, mi ha spiegato, è come una bretella che si trova sopra il pene ed è quello che lo tira su e lo mantiene alzato durante l erezione. Mi ha inoltre detto che operandolo potrei avere dolori in futuro e cmq mi ha detto che anche in questa condizione posso avere una vita sessuale normale. Capisco che lei non mi ha visitato personalmente xò da questo consulto, lei pensa che quando il pene in erezione si allunga si indurisce ma non si alza è un problema di tendine o questo problema vascolare che risolverò con la cura potrebbe causarmi questo problema?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che il collega alludesse al legamento sospensore che,anche in caso di trauma,non può essere operato....in accordo con il consiglio del collega.Aspetiamo l'esito del rigiscan.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.

Esiste un esame che va a verificare lo stato di questo legamento sospensore? (Esempio ecografia, tak o altro)

E inoltre supponendo che il legamento sospensore è intatto, un problema di tipo vascolare può causare il non alzamento del pene durante l'erezione, con allungamento e indurimento nella norma? O questo non alzamento fa subito pensare al legamento?

I miei dubbi provengono dal fatto che non sono nato con questo difetto e non ho avuto nessun trauma di cui parla il mio medico.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a questo punto,anche considerando lo storico dei suoi post,Le consiglio tre cose :
1) Ci comunichi l'esito del rigiscan
2)Si dimentichi del legamento sospensore e delle cisti epididimarie
3)Consulti uno psicosessuologo
Cordialità.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo al Dr.Izzo, nella risposta.
L’erezione è un fenomeno vascolare che per attuarsi necessita di un adeguato flusso arterioso e di un corretto ritorno venoso, il tutto però è strettamente connesso ai vissuti soggettivi , che l’influenzano profondamente.

La sua diagnosi e la sua futura cura, devono "obbligatoriamente" tener presente della poliedricità correlata all’aspetto della sessualità.

Oggi, in clinica, infatti si ravvisa la necessità di un “approccio multifattoriale” che approfondisca oltre la dimensione biologica-funzionale, le componenti intrapsichiche, sociali e relazionali-sessuali
Trovare un unico agente patogeno, correlato al d.e, è vano e falso, in quanto le componenti psicologiche e relazionali, sono sempre ad esso correlate.
In clinica infatti, si sta sempre di più delineando il concetto di “multifattorialità delle disfunzioni sessuali”, ancor di più in un paziente giovane.

Le allego, qualche articolo, per approfondimenti.

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-il-sintomo-va-sempre-tolto-o-talvolta-mantenuto

[#7] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Riporto l'esito del rigiscan plus.
Pletismografia notturna eseguita per 3 notti consecutive. Durante la prima notte si sono verificati 5 episodi di erezione notturna. Il primo di 1.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 5.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla base, il secondo di 7 minuti con erezione pari al 60-80% alla punta e 6 minuti di erezione pari al 60-80% alla base, il terzo di 5.30 minuti di erezione pari al 60-80% alla punta e di 8.30 minuti di erezione pari al 60-80% alla base, il quarto di 4.30 minuti di erezione pari al 60-80% alla punta e di 6 minuti con erezione pari al 60-80% alla base.
La seconda notte si sono verificati 5 episodi di erezione notturna, il primo 6 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 7.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla base, il secondo di 4.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 17 minuti di erezione pari al 80-100% alla base, il terzo di 3 minuti pari al 80-100% alla punta e di 8 minuti di erezione pari al 80-100% alla base, il quarto di 16.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 20 minuti di erezione pari al 80-100% alla base.
La terza notte si sono verificati 7 episodi di erezione notturna il primo di 10 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 10 minuti pari al 80-100% alla base, il secondo di 13.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla punta e di 14.30 minuti di erezione pari al 80-100% alla base, il terzo di 1 minuto di erezione pari al 80-100% alla punta e di 1.30 di erezione pari al 80-100% alla base, gli altri di lieve consistenza.
CONCLUSIONE: TRACCIATO NEI LIMITI DI NORMA

Per quanto riguarda la lieve incompetenza veno occlusiva apparsa nell'ecodoppler penieno dinamico mi ha prescritto una pillola di cialis da 5mg da prendere ogni giorno alle ore 18.00 per 15 giorni e poi prenderla a giorni alterni fino a fine luglio. Finita la cura vuole visitarmi. Mi ha detto che questa cura serve per far fare ginnastica alle vene.
Ho notato che quando prendo il cialis da 5mg l'erezione torna ottimale sia come lunghezza, sia come rigidità e sia come angolazione torna al 100% con una durata ottima sia nel giorno in cui la prendo sia nel giorno successivo. Ho notato il ritorno al deficit qualche ora prima di assumere l'altra compressa.

Secondo voi, avendo un esito del rigiscan nella norma e avendo una lieve incompetenza veno occlusiva con questa terapia di cialis riuscirò a risolvere in maniera definitiva il problema???
[#8] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Fino a quando assumo cialis 5mg riferisco erezioni valide, senza farmaco torna il mio problema. Il cialis secondo voi è curativo?

Il mio andrologo pensa che avendo un esito del rigiscan plus nei limiti di norma il cialis assunto periodicamente può risolvere la mia lieve incompetenza veno occlusiva dei corpi cavernosi. Cosa mi suggerite?
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il cialis non è curativo ma favorisce la resa sessule.Segua i consigli dello specialista di riferimento.Cordialità.