Utente 128XXX
Buongiorno.

Avrei da porvi un quesito circa un problema che ultimamente mi sta affliggendo:

ogni volta che parlo con qualcuno (sia che si tratti di un discorso impegnativo sia che si tratti di una semplice chiacchierata tra amici) mi capita di avvertire uno leggero mal di testa che mi parte dagli occhi fino ad arrivare alla nuca e con leggera dolorabilità alla pressione sulle tempie!!!

Oltre al mal di testa sopra descritto avverto anche dei leggerissimi capogiri (o forse una sensazione di instabilità...) che, ovviamente, mi danno una sensazione di confusione. Spesso la stessa sensazione la avverto anche durante una semplice passeggiata sia per il corso cittadino sia per centri commerciali o per uffici.

Secondo Voi, quale potrebbe essere la causa di tutto ciò?

Vorrei aggiungere che di recente ho fatto diverse analisi e visite che risultano tutte ok - tant'è vero che sono un donatore di sangue -
le analisi/visite summenzionate sono:
- screening per donatori di sangue, elettrocardiogramma, eco-cardiogramma, visita neurologica (presso 3 professionisti diversi), sottopopolazione linfocitaria, RMN encefalo con mezzo di contrasto (riscontrato un verosimile esito gliotico su base vascolare), tiroide + anticorpi tiroidei, vitamina D (leggera carenza), esame audio-impedenzometrico (lieve ipoacusia trasmissiva all'orechio dx - causata forse da catarro tubarico presente alla visita dell'orl), TAC encefalo, RMN rachide cervicale (riscontrate 2 lievi protrusioni), esame oculistico, elettroencefalogramma, rx torace, doppler transcnanico con studio del forame ovale (forame assente).

Resto in attesa di una Vs. cortese risposta in merito.

Grazie
[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
provo a consigliarle, senza troppe speranze che mi dia retta, una visita psichiatrica. I suoi disturbi (reali, fastidiosi, che le rovinano la vita) sono probabilmente di natura psicosomatica. Non "solo ansia", ma una patologia cronica, limitante, difficile ma possibile da curare. Però lo specialista è lo psichiatra, se no continua a girare e spendere cercando di dare un nome alla malattia.
Cordiali saluti