Login | Registrati | Recupera password
0/0

Blocco sessuale, timidezza nel rapporto

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2012

    Blocco sessuale, timidezza nel rapporto

    Sono una ragazza di 23 anni e durante il rapporto sessuale pur essendo soddisfacente ho paura a chiedere al mio ragazzo cosa mi piace e cosa piace a lui perché ho paura che potrebbe chiedermi niente di strano ma qualcosa che mi vergogno di fare perché penso di non esserne capace. Il fatto e' che non ho parlato di sesso quasi mai nemmeno con le mie amiche perché mi vergogno e quindi non so come comportarmi. Vorrei vivere il rapporto godendomelo appieno e invece ho sempre paura di non essere brava, di non essere abbastanza bella in quanto non ho proprio il fisico della modella di biancheria intima anzi sono un po' rotondetta! Il mio ragazzo mi vuole così come sono insomma non si é mai lamentato di me sono cose che mi sono messa in testa io e non riesco a togliermele e per questo vivo il rapporto anziché con gioia con molto imbarazzo. Grazie in anticipo!



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 649 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2009
    gentile ragazza quando si ha timore di parlare la cosa migliore è parlare , l'esperienza del momento farà si che ci si renda conto che può essere più semplice di quanto si possa immaginare. ma va fatta l'esperienza.
    saluti


    Dr. Armando De Vincentiis
    Psicologo-Psicoterapeuta
    www.psicoterapiataranto.it

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 175 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Risponde dal
    2009
    Gentile ragazza,
    Purtroppo il mondo attuale impone continuamente i suoi modelli: avere. Il corpo della modella della biancheria intima, esibire delle performaces sessuali di eccellenza. Tale situazione fa sovente sottovalutare il senso vero di un rapporto sessuale: una profonda comunicazione emotiva, corporea, affettiva fra due persone che si amano e che in tale momento realizzano una comunione ineguagliabile.
    Non stia quindi a porsi problemi relativi alle performances o alla linea: come il suo ragazzo le ha fatto presente, per lui lei va bene cosi' com'e'.
    I migliori saluti


    Cordialmente,
    Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
    Psicologa Psicoterapeuta dinamic <ffrancesp@yahoo.it>

  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 823 Psicologo
    Perfezionato in:
    Sessuologia

    Risponde dal
    2010
    Cara Ragazza,
    la comunicazione all'interno di una coppia, anche sotto le lenzuola, oltre ad essere il maggiore afrodisiaco, è la strada maetra verso una possibile empatia e sintionia sessuale.

    Il rapporto con la sua fisicità, probabilmente le impedisce di essere spontanea e di lasciarsi andare alla sperimentazione ed il piecere.

    In amore , non eistono cose che non si sanno fare o che si fanno bene o male, giuste o sbagliate, ma un "sentire condiviso", che va ben oltre l'aspetto ginnico, coitale della sessualità.

    Se desidera, nel mio blog, troverà tantissimo materiale sulla sessualità di coppia.

    cari auguri!


    Cordialmente.
    Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
    www.valeriarandone.it

  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 630 Psicologo specialista in: Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Sessuologia

    Risponde dal
    2009
    "ho paura a chiedere al mio ragazzo cosa mi piace e cosa piace a lui "

    "non ho parlato di sesso quasi mai nemmeno con le mie amiche perché mi vergogno"

    "ho sempre paura di non essere brava, di non essere abbastanza bella "

    "vivo il rapporto anziché con gioia con molto imbarazzo"

    Gentile ragazza,

    se provi a soffermarti sulle emozioni che provi durante il rapporto sessuale e sulle parole che hai scelto per descrivere come stai, potrai renderti conto che utilizzi termini quali PAURA, VERGOGNA, IMBARAZZO.

    Queste sono emozioni che non c'entrano nulla con la sessualità e che forse tradiscono un disagio legato a una bassa autostima. E' anche vero, come hanno già detto i colleghi, che oggi ci sono diverse sfide per le persone giovani come te, legate all'apparenza e a standard elevatissimi.

    Inoltre essere assertivi nelle relazioni permette di viverle meglio, proprio perchè l'altra persona è nelle condizioni di sapere come sei e che cosa vuoi.

    Saluti,


    Dott.ssa Angela Pileci, a.pileci@medicitalia.it
    Specialista in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale
    Perfezionata in Sessuologia Clinica


Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 27/07/2012, 20:51
  2. Insicurezza
    in Psicologia
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 25/06/2012, 12:27
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12/06/2012, 12:47
  4. Timidezza
    in Psicologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03/06/2012, 21:38
  5. Timidezza con le ragazze
    in Psicologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21/09/2012, 21:01
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896