Utente 954XXX
Salve,

esattamente una settimana fa, qualche minuto dopo essere rientrato da un breve giretto al parco (Milano) ho avvertito un po' di prurito alla testa e grattandomi è venuto giù dai capelli un piccolo aracnide di colore chiaro, che ho provveduto a catturare.

Vorrei capire come dovrei comportarmi...se cioè è necessario rivolgermi precauzionalmente ad un medico (medico di fasmiglia o pronto soccorso?) per un'eventuale valutazione diagnostica e/o profilassi antibatterica...

Da un lato mi rendo conto che il tempo di eventuale "esposizione" è stato limitato, ed inoltre ho qualche dubbio circa la natura stessa dell'aracnide (qualcuno mi ha detto che, avendo il corpo formato da 2 parti separate, non si tratta di una zecca bensì di un innocuo ragno, magari caduto da qualche albero o trasportato da un piccione)...

Per altro verso però ho qualche preoccupazione dovuta al fatto che non è agevole monitorare sulla testa (e in altri distretti del corpo nascosti dai peli) la comparsa di eventuali eritemi...

Inoltre negli ultimi 3 giorni ho avuto un po' di mal di testa e di cervicalgia, e ieri pomeriggio in particolare ho avvertito un'insolita spossatezza...

La temperatura corporea, misurata ieri pomeriggio nel momento in cui i predetti sintomi erano più marcati, non superava però i 37.0-37.1 (la sera era nuovamente intorno ai 36.7).

Stamattina mi sono svegliato con meno cervicalgia ma mal di testa più forte e un po' di naso chiuso, sintomi che nel pomeriggio sono però diminuiti considerevolmente; la temperatura in ogni caso oscilla tra i 36.5 della mattina e i 36.9-37.0 del pomeriggio.

Mi sto preoccupando troppo o è meglio rivolgersi comunque al pronto soccorso o al medico di famiglia?

Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

meglio sarebbe stato far vedere l'insetto o l'aracnide cadutole sulla testa da un esperto, per capire se si trattava di un ragno o di una zecca;

in ogni caso, anche se una puntura di zecca può dare infezione, come la rickettsiosi, si tratta di una evenienza non frequente.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
95446

dal 2014
Innanzitutto grazie per la risposta.

Ho provato a postare un immagine dell'aracnide su un forum di appassionati di ragni, e mi è stato confermato che non si tratta di una zecca.

Per quanto riguarda i sintomi da me descritti (dolore al collo, cefalea al risveglio, fastidio alla testa nell'arco della giornata), essi hanno avuto una durata di circa una settimana, per poi sparire completamente.

Con riferimento alla temperatura corporea, dopo varie misurazioni ho constatato che essa oscilla tra i 36.1-36.3 al mattino e i 36.5-36.8 al pomeriggio-sera, con occasionali picchi di 37.0-37.1 alcune sere.

Mi chiedevo soltanto se tali picchi possano rientrare nelle normali oscillazioni giornaliere di temperatura.

Grazie.