Utente 254XXX
Gent.mo Prof. Zoccali, Le scrivo da Cosenza, e non è la prima volta che mi avvalgo dei suoi preziosi consigli.
Tempo fare Le riferivo di mio padre (72 anni diabetico e insilino dipendente, cardiopatico), il quale presentava un quadro clinico, stando alle analisi eseguite, che lasciava presupporre un inizio di insufficienza renale.Questi sono i valori di analisi effettuati pochi giorni fa.

-Creatinina a 1,31
Urea 27 (5-20)
Urato 8,6 (2,5-8)
Fosfatasi alcalinica 52 (32-91)
Aspartato amino transferasi 25 (1-41)
Alanina amino tranferasi 25 (1-54)
Gamma glutamil transferasi 42 (7-50)
Bilirubina totale 0,5 (0,4-1,2)
Bilirubina diretta 0,1 (0,0-0,5)
Colesterolo totale 105 (150-220)
Colesterolo HDL 25 (40-59)
Colesterolo LDL 44 (<130)
Trigliceridi 179 (50-200)
Proteine totali 7,3 (6,1 – 8)
Ferro 65 (28 – 270)
Emoglobina glicosilata 6 (4,6 – 6,2)
Microalbuminuria 7 (0,0 – 19)

ESAME URINE:

Aspetto - Limpido
Colore – giallo paglierino
Peso specifico 1,014 (1,012 – 1,025)
Glucosio - assente
Proteine - assenti
Emoglobina - presente*
Chetoni - assenti
Bilirubina – assente

ELETTROFORESI DELLE SIEROPROTEINE:

Albumina 3,9 (3,5-5)
Alfa1 globuline 0,2 (0,1-0,6)
Alfa2 globuline 0,8 (0,4-0,8)
Beta globulina 0,8 (0,6 – 1,6)



Prof. Zoccali quello che desidererei conoscere e tra l’altro che mi fa paura e che nel giro di qualche anno dovremo affrontare la reltà della dialisi, oppure considerando l’età e i trascorsi urologici potrebbe trattarsi di una situazione si, di sofferenza renale, ma da un quadro di apparente normalità???

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio Utente,
Mi scuso per non essere il Prof Zoccali a rispondere,spero di essere all'altezza di un nefrologo che fa onore al nostro paese . Venendo al vs caso penso che vs padre abbia una condizione di lieve irc catalogabile come stadio III k/doqi NKF. Il danno renale e' determinato dall'associazione tra diabete ed ipertensione. Nello specifico credo che la parte maggiore di danno sia dovuto all'ipertensione più che al diabete (assenza proteinuria e microalbuminuria).Da notare inoltre che vs padre ha un elevato rischio cardiovascolare oltre che dato dall'ipertensione e dal diabete,anche da un pattern lipidico caratterizzato da HDL basso (25).quindi consiglio: stretto controllo glicemico tenendo emoglobina glicata <6,5%,stretto controllo pressorio, dieta iposodica stretta e dieta ipocalorica ( notevole sovrappeso) ipoglicidica con lieve restrizione proteica (0.8 g/kg).controlli funzione renale,proteinuria,glicemia con hb glicata ogni 4 mesi. Per la terapia valuterei con vs curante eventuale inizio terapia ipouricemizzante.
A disposizione per chiarimenti vi saluto