Utente 624XXX
Allora spero di essere chiaro. Ho 18 anni da poco, ho incominciato ad avere rapporti praticamente un anno fa, pochissime volte non protetti.
Poco dopo la prima volta ho contratto la mononucleosi asintomatica. Da poco ogni tanto mi si formano in gola selle specie di buchi, o qualcosa di simile, con delle specie di bollicine bianche, cercando mi sembrava che poteva essere mughetto, solo che non mi si estende sulla lingua e comunque dopo qualche giorno mi passa, però ritorna, ho letto che è anche uno dei sintomi dell'AIDS, ma ovviamente non so sicuro che sia mughetto, forse è soltanto qualcosa della gola, è probabile che sia per il fumo, per lo stress? Inoltre questa cosa nei primi giorni mi fa un po' male a deglutire, ma è possibile che sia solo mal di gola? inoltre ho avuto un reffreddore, può essere per quello?
Inoltre da qualche giorno ho iniziato ad avere una specie di diarrea, anche questa fra i sintomi dell'AIDS, ma può anche essere per il fatto che in questo periodo sto mangiando decisamente male?
Ora, all'alba di un anno, vorrei sapere dopo quanto si presentano i sintomi dell'AIDS, d'ora in poi inizierò ad avere solo rapporti protetti..
Ho 18 anni, dopo aver letto queste cose io mi sono fatto prendere dalla paura, forse troppo, vi prego di rispondermi, anche se forse sono stato troppo vago, ma nella situazione in cui sono non potevo fare altrimenti, vi chiedo solo una risposta, sopratutto all'ultima domanda, sono veramente preoccupato
perfavore rispondete...
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente le consiglio di farsi valutare dal medico di base che visitandola potrà senz'altro aiutarla a stare meglio. Riguardo l'HIV lei riferisce sintomi estremamente aspecifici che sono comuni a numerosissime malattie anche banali. Inoltre vi è molta differenza tra le patologie suggestive per HIV(ad esempio la Pneumocistosi Polmonare, il S. di Kaposi) e sintomi che possono anche essere presenti nella sieroconversione(lei cita la diarrea)ma anche in mille altre malattie . La diagnosi non è mai sintomatologica, vi possono essere lunghi anni di quiescenza in totale benessere. In conclusione visti i suoi rapporti non protetti esegua il test a 100 giorni dall'ultima esposizione a rischio.