tvp  
 
Utente 208XXX
Salve,
quasi 3 settimane mi sono reccata al pronto soccorso causa forti dolori (sensazioni di puntura, bruciore, dolore generale) ad una vena dietro il polpaccio destro che in pocchissimo tempo era diventata molto visibile ed ingrossata. Mi hanno detto che probabilmente avevo una varcioflebite e mi hanno prescritto l'eparina 0.4 per 12 gg. Sono ritornata dopo 4 giorni per fortissimi dolori e mi hanno fatto un bendaggio allo zinco da tenere per una settimana.

Dopo i 12 giorni per il continuo malessere mi sono recata ad uno specialista dove ho fatto un ecocolordoppler che ha evidenziato una trombosi venosa profonda ad una vena gemellare e che mi ha detto che non c'è stata nessuna flebite sennò si sarebbe vista. Mi ha detto di continuare il trattamento con eparina 0.4 per ancora 1 mese e di mettermi le calze a compressione 70 den.

Ancora oggi dopo una settimana dall'ultimo controllo...il polpaccio continua a farmi sempre male, le sensazioni di puntura ancora ci sono...e anche il dolore generico.

Allora, mi chiedo se per una trombosi venosa profonda dosaggio di 0.4 di eparina una volta al giorno per 30 giorni può bastare? Non è troppo poco (peso sui 90 kili)?

In quanto tempo si cura una trombosi?

La ringrazio!

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
va intanto chiarito che "Flebite" e Trombosi Venosa Profonda possono rappresentare due manifestazioni concomitanti della stessa affezione e il non aver rilevato i segni clinici della prima non esclude la possibilità della estensione di una varicoflebite al sistema venoso profondo con successiva TVP.
Qualora la diagnosi di TVP sia certa il trattamento andrebbe adeguato per quanto riguarda il dosaggio di EBPM, valutando anche l'opportunità di integrare e successivamente sostituire l'anticoagulazione con Terapia Anticoagulante Orale a lungo termine (Dicumarolo).
Anche la elastocompressione sembrerebbe decisamente "sottodosata".
Potrebbe esserLe utile una seconda valutazione dal vivo, in primo luogo per una eventuale conferma diagnostica e, se necessario, una corretta programmazione terapeutica.
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Quando sono andata al pronto soccorso non mi hanno sottoposto a nessuna visita specialistica, mi hanno fatto solo degli analisi di sangue e mi hanno detto di continuare l'eparina per 12 giorni. Quindi, la trombosi venosa profonda poteva essere già presente da prima in concomitanza con la "varicoflebite".

Quando ho chiesto al medico specialista che mi ha fatto ecolordoppler
se il dosaggio per un tvp è appropriato (eparina 0.4 una volta al giorno) mi ha risposto così:

"Perché oramai ê in fase di remissione e su di un segmento limitato
Si dovrebbe lisare tutto spontaneamente in tempi brevi
Più che altro non vorrei che si estendesse e per questo le farei dosaggio profilattico leggero.
Comunque la calza elastica ê la cura + importante!"


Secondo Lei, dovrei consultare un'altro specialista?