Utente 287XXX
Gentili Dottori,


Ieri mi sono recata da uno che si spaccia le omeopata. Così era scritto dalla targa fuori dalla porta. Già all ingresso la situazione mi pareva strana.... Lui mi ha fatto molte domande, io gli ho detto che ho hascimoto insonnia e perdo i capelli, e alla fine lui mi ha portato un granulo, diluizione c 1000 di zino e non so che. Lo ha preso con la sua mano , anche sporca con le unghie con funghi) e me l ha dato. Ha detto di metterlo sulla lingua, non occorreva sotto, e di farlo sciogliere. Poi ha detto che sarei forse stata peggio nei prossimi giorni. Ha detto che hascimoto va e viene e che non è ereditario. È che la tiroxina non va bene. Insomma mi ha spillato 75 euro e non voleva nemmeno fare la ricevuta. Alla fine l ha fatta e ho metto sul timbro non è nemmeno dottore!!!! Come e' possibile mettere una targa fuori con scritto omeopatia classica e non essere laureati nemmeno in medicina? Cercava i rimedi da darmi sul computer ieri... Veramente pessima esperienza. Non ho dormito mai stanotte. La mia domanda e'?
-PUÒ QUEL GRANULO AVERMI FATTO MALE?


Spero in una vostra risposta.


Grazie
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vorrei tranquillizzarla sull'innoquità di quel granulo.
Per il futuro faccia attenzione a distinguere i Medici laureati e abilitati da chi esercita abusivamente la professione assicurandosi che il titolo della persona consultata sia di Medico-Chirurgo, eventualmente specialista in, perfezionato in...etc.

Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille della sua risposta. Purtroppo nella medicina " non convenzionale" spesso ci son molti truffatori. Sarebbe forse giusto tutelare maggirmante i pazienti che si rivolgono alla terapia nn ufficiale controllando questi pseudo maghi.


Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Sono perfettamente d'accordo con lei, attenzione a chi abusa della professione medica!