Utente 301XXX
Salve.
Sono una ragazza di 25 anni in buona salute.
Da diverso tempo sulle gambe e non solo noto dei capillari rotti. Non ho subito dei traumi, non sono in sovrappeso, non fumo e non faccio cerette calde, quindi non ne capisco il motivo.
Vorrei eliminarli ma non so su quale terapia orientarmi.
Specifico che ho una pelle molto chiara, sottile, delicata e sensibile.

Ringrazio moltissimo chi saprà aiutarmi.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

non è molto chiara nella descrizione, perchè se parla di "noto dei capillari rotti"...si riferisce evidentemente alla comparsa di ematomi e/o ecchimosi; in questo caso è necessario effetuare una valutazione clinica prima di qualsiasi trattamento.

Se invece si riferiva alla comparsa di piccoli vasi rossastri (teleangectasie) o piccole varici bluastre (vene reticolari) deve sapere che la loro tendenza è verso il progressivo aggravamento, ma limitarli è possibile con vari metodi, tra cui la Scleroterapia, universalmente riconosciuta come “gold standard” allo stato attuale.


Cordiali saluti.


[#2] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Mi permetto di integrare la seconda parte della risposta del dottor Marcolongo aggiungendo (qualora si tratti di teleangectasie) anche l'indicazione alla terapia laser.

Nella mia modesta esperienza, difficilmente questi inestetismi sono trattabili utilizzando una sola tecnica (salvo casi in cui si tratta davvero di pochi rami vascolari visibili).

Nella maggior parte dei casi, nello stesso paziente, alcuni vasi sono trattabili meglio (o esclusivamente) con iniezioni sclerosanti mentre per altri è sufficiente la più confortevole terapia laser (che a volte ha indicazione anche dopo la terapia sclerosante per eliminare ciò che non è scomparso).

Come sempre, una indicazione precisa nel Suo caso specifico è possibile solo dopo una visita diretta ed eventuali esami strumentali ad hoc.