Utente 268XXX
Gent.mo Dottore,
sono una ragazza di 24 anni di corporatura esile e peso 41 kg.
Il mio problema sono le gambe. Sopratutto con il caldo le sento gonfie e pesanti (mai dolenti) ed inoltre ho un pò di cellulite. Ho preso la pillola anticoncezionale per 5 anni ma adesso l'ho sospesa da 5 mesi. Inoltre ho acquistato una crema anticellulite(contiene caffè verde,tè verde e centella) in cui non sono riportati effetti indesiderati ma ho letto su internet che, in generale, tali creme possono dare problemi di tachicardia. Io sono in cura con inderal per tachicardia sinusale.Posso usarla o è meglio evitarla?Mi consiglia qualche altro tipo di crema per le gambe?
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
generalmente l'assorbimento di principi attivi per via transdermica è minimo e, al di là di specifiche intolleranza, l'applicazione del prodotto indicato non sembrerebbe poter essere responsabile dei sintomi lamentati.
La Sua condizione andrebbe meglio inquadrata, vista la coesistenza di diverse affezioni concomitanti, non esclusa la possibilità di una insufficienza venosa iniziale.
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la velocità nella risposta ma forse mi sono spiegata male. Non dico di sentire le gambe gonfie e pesanti per via della crema anticellulite che anzi ho comprato ma non ho usato per paura di avere effetti negativi come la tachicardia.Era giusto per sapere se tali creme possono dare realmente questi effetti.
Mi chiedevo invece se applicando qualche crema può attenuarsi un pò il mio disturbo oppure dovrei eseguire una visita specializzata?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Ora comprendo meglio il quesito.
anche se come le dicevo l'assorbimento sistemico transdermico di principi attivi è minimo, nel Suo caso l'applicazione (non strettamente necessaria) di questo prodotto potrebbe effettivamente influire negativamente su una affezione già manifesta (tachicardia) per la quale addirittura è costretta ad assumre farmaci betabloccanti.
D'altra parte la causa dei sintomi lamentati (gonfiore, senso di peso) potrebbe riconoscere diverse origini che potrebbero magari avvalersi anche più efficamente di cure diverse e in grado di non interferire con la Sua condizione.
Con questi presupposti, una visita specialistica con esame clinico generale e locale (ev. esame dopplersonografico) potrebbe essere effettivamente indicata.
[#4] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio moltissimo.