Utente 216XXX
Buongiorno,
soffro da sempre di digestione lenta e ho spesso nausea. Ho fatto tutti gli esami del caso (compresa gastroscopia) e non è risultato niente di particolare. Un po' di gastrite a livello di stomaco e per quanto riguarda l'intestino colon irritabile molto fastidioso (che "curo" periodicamente con fermenti lattici e cicli di Ficus Carica gemme 1 dh macerato glicerico in autunno e primavera) e intolleranza al lattosio. Nonostante tutti gli accorgimenti alimentari indicati dal gastroenterologo, ho in parte alleviato ma non riesco a risolvere i miei problemi. Da qualche mese ho scoperto lo zenzero e devo dire che è un aiuto miracoloso! Lo compro fresco al supermercato e lo assumo facendone bollire qualche pezzetto in acqua per 4-5 minuti e bevendone la tisana così ottenuta. Trovo dei benefici straordinari! Avrei però a tal proposito qualche domanda da farLe.
A volte mi capita di berne un bicchiere sia dopo pranzo che dopo cena, c'è il rischio che a lungo andare "mi abitui" e non mi faccia più niente? Ha qualche controindicazione assumerlo anche quotidianamente?
Inoltre vorrei sapere se esiste in commercio qualcosa di più comodo ma altrettanto efficace da poter portare con me in viaggio per le prossime vacanze? Visto che, conoscendomi, mangiando anche diversamente avrò sicuramente problemi digestivi e vorrei evitare di assumere farmaci tipo Motilium e Levopraid, come facevo saltuariamente fino a qualche mese fa prima di conoscere lo zenzero e le sue proprietà.
Un'ultima cosa: per quanto riguarda la tisana di zenzero fresco posso prepararne un po' di più e conservarla anche a temperatura ambiente o sarebbe meglio farla sempre al momento (come sto facendo)?
Grazie per i consigli che vorrà darmi.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

può utilizzare tranquillamente lo zenzero, che è un rimedio molto efficace per nausea e ipomotilità dello stomaco. Il decotto è per sua natura estemporaneo, e va consumato entro la giornata.

Può essere più comodo farsi preparare in farmacia un estratto in capsule, da far prescrivere al suo medico fitoterapeuta di fiducia.
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dr.ssa per la disponibilità! Seguirò senz'altro il suo consiglio. Quindi mi conferma che anche se ne bevo un bicchiere tutti i giorni, in genere la sera, non corro il rischio di "abituarmi" ai suoi effetti?
Grazie ancora, cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
16% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
No.