Utente 284XXX
Gentili dottori, ho dei cenni iniziali di cheilite attinica all'emilabbro inferiore sinistro (risultato da una biopsia).
Non intendo sottopormi ad interventi chrurgici perchè soffro di una grave allergia agli anestetici. Il dernatologo che mi sta seguendo mi ha proposto un intervento di crioterapia con azoto liquido, ma io ho qualche dubbio in merito.
Ritenete che sia un tipo di intervento adatto alla mia patologia? E' generalmente un intervento definitivo?
Ho sentito parlare di Aldara e Fluorouracile, secondo la vostra opinione, potrebbero essere più indicati al mio caso e/o più risolutori?
Ringrazio dell'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Il trattamento crioterapico viene utilizzato utilmente per la patologia da lei sofferta e, in accordo con le corrette indicazioni , può certamente essere efficace.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la sua pronta e rassicurante risposta.
Mi scusi se approfitto della sua cortesia: a suo avviso, possono esserci recidive in tempi successivi all'intervento?
La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Certamente è possibile , e quindi è opportuno ricontrollare il risultato per lo meno a 3 mesi.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dott. Griselli del suo parere, mi ha aiutato ad avere le idee più chiare.
Saluti cordiali.