Utente 312XXX
salve a tutti, andrologi e non, vi scrivo apprezzando la disponibilità dei dottori che vogliano rispondere..mi è successo questo..ho 24 anni e intorno ai 20, 21 ho praticato non molte volte ma nemmeno poche, tecniche meccaniche di allungamento del pene, di quelle trovate su internet, perché mi sembravano più "sane" di pillole e meno invasive di stiramenti con arnesi come gli estensori..lo facevo con molta leggerezza, per supplire a una mancata attività sessuale dovuta ad alcuni problemi di natura psicologica che mi hanno limitato tempo fa nella vita "sociale"; ora non sono soddisfatto delle dimensioni del mio pene, in senso "inverso": è non molto più grande di prima ma non riesco ad avere un'erezione con la facilità di un tempo (solo, ecco, manipolandolo), in più non provo più il piacere di una volta quando mi masturbo perché, a volte, mi fa male (mi è capitato anche durante un rapporto sessuale, in cui non ho potuto continuare per il dolore)..vorrei riavere il mio vecchio "pene"..posso fare qualcosa per rimediare alla situazione? grazie mille per le risposte..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non sapendo esattamente quello che lei ha fatto, quali "tecniche meccaniche di allungamento del pene, trovate su internet" ha praticato e non potendo soprattutto fare alcuna valutazione clinica diretta sui corpi cavernosi del suo pene, ora bisogna consultare in diretta il suo medico di famiglia e poi, sempre in diretta, un bravo andrologo.

Fatto il tutto poi ci riaggiorni, se lo desidera.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 312XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta, Dr. Beretta,
ho effettuato streching del pene allo stato flaccido, leggeri piegamenti del pene in su e giù in stato di semi-erezione e jelq..e i problemi che accuso sono sempre quelli, erezione incompleta, minor sensibilità e oggi anche impotenza. Il mio morale comincia a scendere, andrò subito dal medico di base e farò sapere, intanto spero in qualche altro suggerimento.

Cordiali saluti, Simone.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione difficile darle un suggerimento mirato.

Senta ora il suo medico di famiglia ed eventualmente anche il suo andrologo di riferimento e poi ci riaggiorni.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 312XXX

Iscritto dal 2013
salve a tutti, ritorno a scrivere su questo post..avevo ingigantito il problema, mi accorgo infatti di avere erezione, buona, e che riesco ad eiaculare..però non posso non notare che da molto tempo ormai, anche se me ne accorgo solo ora, devono esserci delle condizioni di eccitazione precise, per eiaculare, difficilmente riesco a farlo solo con la masturbazione..mentre prima, per scaricarmi, lo facevo spesso..quello che penso è che, siccome il pene è cresciuto in dimensioni, ci vuole più sangue per riempirlo tutto, e ciò è incompatibile con "me", con la mia costituzione..voglio dire, magari ero fatto per avere un pene piccolo, ora ho esagerato e ne pago in difficoltà di eiaculazione..è possibile che un tale problema possa derivare da condizioni fisiche..grazie per le risposte..
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si tolga queste idee non razionali e non reali dalla testa; l'invito rimane sempre quello di sentire ora il suo medico di fiducia e, se da lui indicato, anche un bravo andrologo e/o psicologo.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 312XXX

Iscritto dal 2013
ok, grazie mille per la risposta..vi farò sapere..grazie..
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!