Utente 373XXX
Buongiorno. Ho 26 anni, peso 53 kg, altezza 167 cm. Prima di esporre il problema, vorrei fare un excursus della mia storia clinica.
Menarca a 13 anni e ciclo prevalentemente regolare (30 – 40 giorni). A 16 anni ho sofferto di disturbi alimentari (anoressia trasformatasi in bulimia) per la durata di circa 7 mesi, nei quali ho perso 15 kg arrivando a pensare 48 kg (altezza 1,67).
In seguito a cure specialistiche avevo recuperato il peso di 54 kg e dopo 4 mesi di stabilità avevo recuperato il ciclo. Da quel momento in poi avevo incominciato a prendere la pillola Yasminelle, senza mai smettere. La sua assunzione è terminata volontariamente a luglio del 2013 e da quel momento in poi non ho più avuto ciclo. Premetto che il mio peso di allora e quello attuale si attesta sui 53 kg.
A febbraio del 2014 eseguo i dosaggi ormonali: E2 26,4 – LH 0,67 – Progesterone 0,4 – FSH 4,1 Prolattina 4,88 – TSH 3,80 – FT3 2,17 – FT4 0,92. La ginecologa, in seguito a ecografia, conferma che sono in fase di ovulazione e consiglia di attendere il ciclo, il quale non arriva. A maggio del 2014, sotto cura della stessa ginecologa, ho effettuato una cura con Gonal F per circa 8 gg, in seguito alla quale ho avuto un ciclo di scarsissima abbondanza per poco meno di 3 giorni consecutivi. Ad Agosto del 2014, in seguito al protrarsi dell’amenorrea e sempre sotto indicazione della ginecologa, ho preso Lutenyl per 5 giorni, la cui conseguenza è stata un ciclo di 3 giorni e altrettanto scarso.
A settembre 2014 l’endocrinologo, dopo aver constatato la tiroidite di Hashimoto, mi prescrive per la prima volta la terapia di Tyrosint da 50 mg al dì. A Novembre i valori della tiroide si attestano come di seguito: TSH 0,96 - FT4 1,10.
A dicembre, dopo 5 giorni di Lutenyl, ho un ciclo scarsissimo e di un solo giorno.
Da Gennaio 2015 ho assunto una confezione di Chirofol 500 e una di Inofolic. Ho ripetuto le analisi a Febbraio 2015: E2 28,64 – LH 2,33 – Progesterone 0,34 – FSH 6,27 Prolattina 4,58 – TSH 2,51 – FT3 2,20 – FT4 0,93.
La prossima settimana ho una visita da una nuova ginecologa, con la quale spero di trovare una soluzione.

Come posso muovermi per riprendere un ciclo continuo? Sono a rischio infertilità/amenorrea precoce? Grazie del consulto.
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Secondo me le sue irregolarità mestruali sono legate alla sua storia di perdita di peso e di terapie successive che hanno inibito la funzionalità ovarica.
Il consiglio che posso dare, in caso come il suo, è attendere che si ripristini un mestruo regolare senza effettuare nessun presidio terapeutico. Questa attesa può durare anche diversi mesi.
Per favorire una ripresa della regolare funzionalità ovarica si può anche effettuare una terapia farmacologica di stimolo sull’ovaio stesso. Tutto queste deve comunque essere analizzato, discusso e condiviso con il suo medico curante


[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per il consulto. Sicuramente è stata la perdita di peso a sfalzare il ciclo mestruale. È possibile che ora debba aumentare ancora di peso per facilitare il mio corpo alla ripresa? Ricordo che attualmente ho un peso di 53 kg per 167 cm. Cosa intende quando afferma che sono state le terapie successive a inibire la funzionalità ovarica? Vorrei sapere se, nelle condizioni attuali e date le analisi ultime, vi è il rischio di rimanere incinta poiché comunque l'ovulazione si verifica. Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
VIAREGGIO (LU)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1)Riguardo al peso dovrebbe raggiungere il suo abituale

2) La pillola per avere il suo effetto anticoncezionale deve necessariamente inibire l'attività ovarica.
Il lutenyl invece teoricamente non inibisce l'ovaio ma nemmeno esercita una azione di stimolo; di fatto le mestruazioni susseguenti alla sua assunzione sono frutto di una emorragia da privazione da farmaco più che di un meccanismo fisiologico legato alla caduta dei livelli ormonali conseguiti ad ovulazione
Il Gonal F (un ormone ipofisario) esercita invece una azione di stimolo sull’ovaio. Il suo uso in genere viene rilevato a insufficienze ipofisarie refrattarie ad altre terapie di stimolo o per l'induzione dell'ovulazione in donne sottoposte a stimolazione ovarica per lo sviluppo follicolare multiplo che precede la fertilizzazione in vitro o altre tecniche di riproduzione assistita.

3) Nel caso si ripristini l'ovulazione, e questo può avvenire anche spontaneamente, si ripristina anche la fertilità e quindi la possibilità di avere una gravidanza
[#4] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Secondo le analisi ormonali effettuate la scorsa settimana, è corretto affermare che sono in fase di ovulazione? O, per attestare questa, è necessaria un'ecografia?
[#5] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
A quanto mi riferisce all'epoca degli esami sembra che l'ovulazione non sia ancora avvenuta; le cosiglio comunque per il monitaraggio del suo ciclo di rivolgersi alla sua ginecologa che la potrà seguire direttamente oltre che con esami anche col la clinica
La saluto cordialmente