Utente 373XXX
Buonasera Dottori, sono 3 anni che cerco una gravidanza, ho assunto clomid 100 per 5 giorni dal secondo giorno del ciclo, e progynova per una settimana in quanto l endometrio all ovulazione era solo di 5mm, aumentato poi a 9 dopo 5 giorni,dal 23/01/2015 assumo anche progesterone in ovuli 200 2 volte al giorno, i dati confermati ecograficamente sono i seguenti:
D.U.M. 07/01/2015
Ovulazione avvenuta il 22/01/2015 (verificata ecograficamente)
6/02/2015 bhcg 442.6
Chiamo la ginecologa privata che mi ha seguito per i monitoraggi e il 19/01/2015 ho effettuato la prima ecografia, epoca gestazionale 6+1 anche se io so di aver ovulato due giorni più tardi chiaramente, ha un ottimo ecografo da quello che ho letto su internet un evolusion 8 4d.
Sono rimasta sconvolta dal poco tatto della ginecologa in quanto secondo il suo parere avrei dovuto abortire in quanto il mio compagno mi ha lasciata( questa la prima cosa che mi ha detto appena entrata in studio) io basita procedo comunque all'eco transvaginale fatta in modo troppo celere a mio avviso in quanto oltretutto pagata profumatamente con sacrificio poichè disoccupata.

Ha riscontrato quanto segue :
Camera gestazionale intrauterina a contorni irregolari, embrione non visualizzato, gravidanza corrispondente a 5 settimane.
Dall' ecografia stampata io vedo che è presente il sacco vitellino e lei conferma ma mi dice che la camera è bruttina non ha voluto dirmi le misure, io dalla foto la vedo che non è bella tonda ma tutta schiacciata in vari punti, di sospendere subito il progesterone così avrò il ciclo e via, di non spaventarmi se vedo grumi o altro e comunque fare le bhcg 2 volte e tornare da lei dopo una settimana.
Sono uscita sconvolta dallo studio e dopo mille dubbi decido di andare al pronto soccorso dove trovo tre specializzandi.
E il referto mi lascia senza parole... trovano l' embrione, camera regolare, sacco vitellino regolare ma non trovano il battito, si fermano a cercare come falchi, lo specializzando che mi ha fatto l ecografia era la prima volta che inseriva una sonda ma l' altra specializzanda era invece molto pratica con l' ecografo, vedono il battito, e commentano che non va bene, provano a passare il frequenziometro credo si chiami così voi sicuramente capirete cosa intendo, ma non lo rileva, piatto, provano riprovano, nulla, si vede nel monitor uno sfarfallio lento tipo tum....tum...tum...ma non udibile o misurabile in frequenze.
Mi dicono che gli dispiace molto, io chiedo di essere vista da uno strutturato ma dicono che non è possibile,continuare la terapia con progesterone e tornare dopo 5 giorni per vedere se battito è ancora presente ma di mettermi l' anima in pace perchè avrò un aborto, chiedo se magari fosse presto e rispondono no signora all' inizio deve battere forte ed essere rilevato.il referto è il seguente: Collo posteriore conservato,chiuso, assenti perdite ematiche, camera gestazionale con embrione di 10mm dotato di flebile attività cardiaca.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Schippa

20% attività
0% attualità
0% socialità
FRASCATI (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gentile Utente, Le rispondo citando le linee guida della società italiana di ecografia ostetrica ginecologica "Diagnosi di aborto interno. Si può formulare diagnosi di “aborto interno” se (Evidenza II-a. Livello di raccomandazione A):
• non si visualizza l’attività cardiaca in un embrione con CRL
uguale o superiore a 5 mm (se l’esame è eseguito per via
transvaginale) o con CRL uguale o superiore a 10 mm (se
l’esame è effettuato per via transaddominale);
• non si visualizza l’embrione in una camera ovulare con diametro
medio uguale o superiore a 20 mm (se l’esame è
eseguito per via transvaginale) o con diametro uguale o superiore
a 25 mm (se l’esame è effettuato per via transaddominale). Se i criteri precedenti non sono soddisfatti, è opportuno
ripetere l’esame ecografico dopo una settimana,
salvo diversa indicazione clinica."
Quindi tutto dipende dalle dimensioni dell'embrione che hanno evidenziato, se questo, misurato con sonda endovaginale, era inferiore ai 5 mm. occorre monitorizzare la gravidanza mediante dosaggio delle betaHCG ogni 3 giorni e ripetizione dell'ecografia transvaginale dopo sette giorni, solo così è possibile valutare l'evolutività della gravidanza
Dr. Alessandro Schippa

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Buonasera grazie mille per la risposta, sono tornata ieri a fare il controllo al pronto soccorso 6+6 ed il referto è il seguente:
Visita :Collo posteriore,conservato, chiuso,no perdite dai genitali, utero di volume lievemente aumentato come da amenorrea
Ecografia (transvaginale) : Si visualizza embrione dotato di regolare bce con CRL di 6mm, si segnala camera gestazionale dismorfica con minima arena di mancato accollamento.

Mi hanno consigliato riposo , continuare progeffik 200 x 2 volte al giorno e ridatato la gravidanza a 6+3

Volevo avere consigli in merito..ho letto che la camera dismorfica può diventare normale, è vero? cosa posso fare per questo mancato accollamento? Ho chiesto se dovevo aumentare il progesterone hanno detto di sentire il mio ginecologo.
Secondo lei ci sono possibilità vada avanti la gravidanza?
Cosa si intende per riposo nel mio caso? Non sono state chiare. Devo stare a letto? posso prendere l' autobus? Non so come dormire avendo l utero retroverso devo dormire a pancia sotto oppure visto il mancato accollamento meglio supina?
Scusi per le mie domande forse sciocche. grazie mille...

[#3] dopo  
Utente 373XXX

Ho dimenticato di dire di aver efferttutao il dosaggio bhcg sabato 21 ed è pari a 32956, all ospedale mi hanno detto di non ripeterle perchè l embrione ha il battito

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Schippa

20% attività
0% attualità
0% socialità
FRASCATI (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
la gravidanza è evolutiva, come procederà lo scopriremo solo con il tempo. Più va avanti meno sono le probabilità di aborto, quello che si poteva fare in quetsa fase iniziale è stato fatto.
Il riposo corrisponde al non affaticamento, quindi se ha la fermata dell'autobus vicino a casa e non deve aspettarlo in piedi per un'ora va bene, per il resto conduca una vita normale che no la affatichi.
Riguardo la posizione da assumere per dormire, non si preoccupi al momento, assuma quella per lei più comoda.
Continui i controlli dal suo ginecologo curante.
Dr. Alessandro Schippa