Utente 373XXX
Salve,nel marzo 2013 ho subito una miemectomia laparoscopica per asportazione di un fibroma/adenomiosi nella parete anteriore sinistra dell'utero.a febbraio 2014 sono rimasta incinta,la gravidanza andava bene eccetto una evidenza di utero fibromatoso con almeno 6 minima di cui i due più grandi di 16 e 18 centimetri.alla trentesima settimana però sono uniziate le contrazioni e nonostante il ricovero e le cure non sono passate con forti dolori sul lato sinistro fino alla rottura d utero-fino all istmo,parto cesareo d urgenza e morte del feto per bradicardia grave a seguito del distacco di placenta.scrivo per sapere se secondo voi e' possibile affrontare una nuova gravidanza e con quali rischi di un nuovo patto prematuro o una nuova rottura d utero e se questa può avvenire anche prima della precedente.grazie
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' molto difficile darle una risposta dettagliata , in questi casi è molto importante la lettura del tipo di intervento praticato ,la localizzazione della rottura, se la localizzazione è la stessa della precedente miomectomia laparoscopica.
I Colleghi che hanno partecipato all'intervento potrebbero essere più precisi nella eventuale richiesta di informazioni..
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
C.a dott.santone
La rottura e' avvenuta nella stessa parete sinistra dove ho subito la laparoscopia e si è estesa dal fondo fino all'istmo.a 5 mesi dall evento un esame ecograficp ha evidenziato che in regione istmica a livello dell oui lo spessore della parete miometriale destra e' 17 mm quella di sinistra 8 mm ed il profilo esterno del viscere uterino appare irregolare per l assottigliamento della parete laterale sinistra.