Utente 325XXX
Buongiorno, ho effettuato l'ecodoppler dinamico e i risultati sono nella norma. Dalle precedenti analisi ormonali pure non risultava nulla di anomalo. Tuttavia continuo a riscontrare un problema di mantenimento dell'erezione necessaria per una soddisfacente penetrazione... Il problema mi è stato detto è psicologico però mi è stato di nuovo prescritto cialis per un certo periodo, andando le cose col cialis decisamente meglio.Avrei delle domande da fare

1) l'ecodoppler non ha determinato una erezione forte del pene, è normale questa cosa? Mi è stato detto che con questo si doveva solo vedere com'era il flusso sanguigno che è nella norma.Io invece credevo mi avrebbe reso il pene rigidissimo,cosa che non è successa, immagino dipenda dal quantitativo di medicinale iniettato. Ma ripeto, io invece credevo che con questo esame si dovesse vedere se il pene diventava molto rigido con una erezione provocata da farmaci.

2)Dopo aver fatto esami ormonali e ecodoppler dinamico ci sono altri esami (che concretamente consigliereste e che non siano una perdita di soldi) che potrei fare per escludere al 100% che sia problema organico?

3)Se non ho nulla di organico perchè allora col cialis le cose vanno sempre piuttosto bene?

4) Quando il problema è psicologico che si fa? Consigliate dei nominativi di sessuologi? Perchè a me il dottore si è limitato a dire che il problema è psicologico ma non è che mi ha dato una soluzione a questa cosa.

Ho ordinato le domande perchè le risposte a queste sono tutte molto importanti e mi ritrovo dopo tantissimi soldi spesi tra visite private e esami, con lo stesso problema di prima senza una vera soluzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,può accadere che,oltre che per la dose iniettata di prostaglandina,anche per un opertono adrenergico,si ottenga una semi erezione o una semplice tumescenza peniena.Il rispondere favorevolmente al tadalafil non fa che confermare la risposta positiva all'ecodoppler penieno.Credo che,non potendo consigliare,da questa postazione telematica,alcun nome di struttura o professionista,convenga continuare a seguire i consigli di chi ha avuto il privilegio di visitarla.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Ma l'ecodoppler non si fa proprio per vedere se il pene acquista una rigidità accettabile? Perchè a me è stato detto che con questo esame si doveva vedere solo se il flusso sanguigno era nella norma, ma non dovrebbe anche valutare se l'erezione è nella norma ?

L'ecodoppler penieno è nella norma ,cosi sta scritto ma il rispondere positivamente al cialis non farebbe, al contrario, pensare che invece nella norma io non sia visto che il cialis dovrebbe funzionare per chi ha cause organiche?

Infine, ci sono altri esami che sarebbe il caso di fare per escludere che ci sia un problema organico?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il tadalafil,analogamente agli altri farmaci proerettili,non cura ma aiuta tanto,anche considerando che la disfunzione erettile non é una malattia,pensi un sintomo o un disagio.Coridlaità.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

spesso si fa un uso generalizzato dell'esame ecocolordoppler anche se è un esame che evidenzia se le arterie dei corpi cavernosi sono capaci di dilatarsi in seguito ad uno stimolo chimico ( che sostituisce lo stimolo erotico-sessuale) ben codificabile in modalità e quantità di PGE1.
Nei giovani, nei quali si può dare per scontato che le arterie siano elastiche e capaci di dilatarsi, l'esame potrebbe essere pleonastico. In età adulta , invece, potrebbe far capire se un deficit erettile sia legato alla incapacità delle arterie del soggetto a dilatarsi come per una arteriopatia, spesso frequente dopo i 50 anni, rendendo difficile una risposta erettile.
in pratica è un esame per valutare lo stato delle arterie del pene.
Le problematiche venose (venoocclusive cavernose) sono meno facilmente valutabili, spesso si possono desumere dall'allungamento della fase diastolica, spesso dalla persistenza di rumori di deflusso, alcune volte dalla mancata rigidità dopo iniezione di quantità di farmaci anche importanti.
Quasi sempre un giovane che sente di non riuscire ad avere una ottimale rigidità e di non essere capace di mantenerla per il tempo necessario ad avere una penetrazione e piacevole rapporto sviluppa uno stato di ansia, incertezza, paura del rapporti che, poi, sono la conseguenza non la causa del problema.
Personalmente non ho mai visto un paziente "venoso" guarire dopo psicoterapia anche se ho visto tali pazienti accettare meglio il loro deficit erettile senza farsene un "dramma"
In parole povere, l'uso del cialis ed analoghi serve a far arrivare nei corpi cavernosi più sangue di quello che "sfugge via" magari ottenendo una buona risposta erettile, Si tratta di un rimedio che può essere valido finche dura
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Dottore il punto è che attraverso ecodoppler e esami ormonali a me è stato escluso essere un problema organico ( venoso si dice? ) Tuttavia col cialis va meglio rispetto a quando non assumo niente. Quindi ormai non so piu se pensare ad un problema di vasodilatazione(organico quindi) o ad un problema psicologico..

Ci sono altri esami da fare che valutano se si tratta di problema organico o psicologico?
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i riverberi psicologici sono sempre presenti nella disfunzione erettile e,quindi,prima di ipotizzare la eventualità di una genesi vascolare arteriosa in un giovane di 26 anni...,prenderei coscienza della
probabile diagnosi di disfunzione erettile di tipo misto,cioè legata ad una genesi funzionale e psicologica.Cordialità.
[#7] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Si non ho dubbi che sia psicologica però mi chiedo appunto se possa essere mista quindi anche organica. Il dottore a seguito di ecodoppler dinamico l'ha esclusa, ma può essere davvero esclusa in base a questo esame e quelli ormonali? Bastano questi o c'è altro da fare?
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
aggiungo qualche riflessione a quelle già rivecute e delle letture che potranno orientarla sul possibile percorso per risolvere il suo d.e.

Se la causa è psicologica è quella, o quelle, che dovrà risolvere.

Psicologica non significa che nin abbia nulla, ma nulla di organico, le cause hanno un'altra sede...


Vedo però, nel suo storico di consulti, problematiche di ansia, di psicofarmaci e di depressione...

Le ha risolte?

Se non le ha ancora risolte è possibile che il d.e di adesso sia la logica conseguenza del suo pregresso psichico.


htp://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
[#9] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Fortunatamente si ho risolto almeno quasi completamente.... IN caso di problemi di erezione di natura psicologica a chi ci si deve rivolgere? Conosco psicologi non sessuologi
[#10] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Se sono psicoterapeuti va bene ugualmente il metodo di lavoro è diverso a seconda della formazione , se preferisce può cercare "medico/psicologo/ psicoterapeuta" perfezionato in sessuologia.

Ha consultato le letture?

Si è ritrovato?
[#11] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
In alcune si.

Dottoressa Randone lo psicoterapeuta e lo psicologo sono la stessa figura? Perchè le spiego, appurato che è un problema psicologico, andrò dal mio medico di base per farmi fare impegnativa per delle sedute da psicologo alla asl( non posso permettermi psicologo privato, so che alla asl fanno cicli di 7-8 sedute giusto ? ) Però non ho capito se nell' impegnativa deve scrivermi visita psicologica o con psicoterapeuta. L'andrologo si è limitato a dirmi che eriva da una causa psicologica ma non mi ha detto a chi rivolgermi appunto per risolvere tale problema. Vorrei risolvere sennò andrà a finire che assumerò cialis a vita....
[#12] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Non sono la stessa cosa, ma il medico per l'impegnativa scrive "psicologo" e va bene lo stesso.

Chiesa poi se lo psicologo/ psicoterapeuta che la sfiora é anche perfezionato in sessuologia clinica
[#13] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Quindi lo psicologo non è allo stesso tempo anche psicoterapeuta? Ma se io per questo problema devo fare psicoterapia , volendolo fare in asl non privatamente perchè non posso, non devo chiedere nell'impegnativa del medico di base dello psicoterapeuta piu che psicologco? (se esiste un codice per lo psicoterapeuta ovviamente) Le faccio tutte queste domande perchè non so a chi chiedere, il mio medico di base non sa nulla e mi dispiace dirlo figurarsi domande cosi specifiche e l'andrologo pure non è che mi abbia consigliato granchè su quale figura che si occupa della"psiche" io mi debba indirizzare.
[#14] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Psicoterapeuta, ma di codici e di prescrizioni non so dirle

Le ripeto:
Psicologo/psicoterapeuta anche medico se preferisce perfezionato in sessuologia, altrimenti psicoterapeuta di qualunque formazione, con altri protocolli terapeutici

Ma non credo che alla ausl lei possa scegliere...

Saluti.
[#15] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Dottoressa mi scusi l'ultima domanda perchè una cosa non ho capito bene. Lo psicologo è sempre anche psicoterapeuta oppure no? Perchè lei mi ha scritto " non sono la stessa cosa, ma il medico per l'impegnativa scrive psicologo e va bene lo stesso" Quindi non ho ben capito se quando scrive psicologo/psicoterapeuta intende dire che va bene sia uno sia l'altro( perchè magari essere una cosa implica essere l'altra) o se deve essere invece uno psicologo ma specializzato in psicoterapia