Utente 196XXX
Salve,
sono un uomo di 38 anni peso 65 kg per 173 cm, pratico attività fisica (podismo) dalle 4 alle 5 volte a settimana.
Lavoro in ufficio quindi generalmente la mia giornata la trascorro seduto, faccio circa 40000 km di macchina l'anno e anche in questo caso molte ore seduto.
Ho sempre sofferto di emorroidi, trombosi anale o crisi anale acuta non so mai bene come definirle...nel 2011 ho avuto un intervento chirurgico (ragade anale) e fino a qualche mese fa sembrava tutto risolto, poi è cominciata ad uscire una pallina che puntualmente ad ogni defecazione esce fuori e sistematicamente al momento del bidet con una leggera pressione rientra dentro, senza dolori o altri sintomi.
Da qualche giorno però, forse causa feste e dieta errata e ripresa attività fisica troppo intensa, questa pallina è uscita prepotentemente e comincia a dare un leggero fastidio.
Non riesco a farla rientrare, sto tentando oggi con la crema Proctosol, ho provato con Deflon ma senza alcun risultato.
La mia domanda è se sarebbe opportuno farmi visitare da un proctologo o aspetto che questa sorta di infiammazione faccia il suo decorso?
Non vorrei ricadere nella stessa sofferenza della ragade e post intervento.
Grazie mille per l'aiuto
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
il quadro che descrive sembrerebbe quello di una tromboflebite emorroidaria (infiammazione di un nodulo emorroidario e formazione di trombo al suo interno).
Essa rappresenta una complicazione relativamente frequente della malattia emorroidaria (di cui è evidentemente portatore) e tende a manifestarsi caratteristicamente a seguito di eccessi dietici tipici del periodo natalizio.
E' opportuno che si sottoponga alla valutazione di un Chirurgo e a opportuna terapia, che potrebbe essere probabilmente esclusivamente medica o richiedere la eventuale incisione ed evacuazione del trombo.
[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille Dr. Piscitelli
prenderò, in questo caso, un appuntamento per una visita specialistica.
Buona giornata